acquisti, coprenza, correttori, correttori economici, fondotinta, Senza categoria, swatches

Correttori economici quali scegliere secondo me (no fuffa)

Buongiorno a tuttiiiii!

Oggi nuovo post che spero troviate interessante. Un paio di post fa ho parlato dei fondotinta da “drug store”, quindi fondotinta a buon prezzo che trovo molto validi trovi il post qui e oggi ho deciso di scrivere la versione correttori.

Premetto che questi correttori mi piacciono tutti per motivi diversi (alcuni più altri meno), quindi patiamo subito:IMG_2673

Il primo correttore di cui parlerò è il Liquid Camouflage di Catrice:

IMG_2675

Questo correttore ha una consistenza non troppo liquida e si stende abbastanza bene,lo picchietto sempre con una spugnetta bagnata simil beauty blender per fare in modo che si sfumi bene, non è super super coprente quindi sinceramente ne uso abbastanza per coprire le occhiaie, purtroppo come sempre non c’è molta scelta per le tonalità (sono solo 3) quindi quella che vedete in foto nonostante sia la più scura cioè la numero 020 light beige) è forse leggermente troppo chiara per la mia carnagione per riuscire a correggere le discromie scure, dovrebbe essere leggermente più calda, in ogni caso non mi dispiace se lo fisso subito con la cipria non si muove e rimane per parecchie ore anche se non penso che sia addirittura water proof come c’è scritto sulla confezione.

Sul sito kosmetik4less costa 3,45 euro e penso che sia più che valido per quello che costa, soprattutto per chi ha la necessità di truccarsi tutti i giorni ma non vuole spendere troppo per un correttore per le occhiaie (essendo abbastanza idratante questo correttore non è adatto per coprire brufoli arrossati o imperfezioni abbastanza evidenti). 

Il secondo correttore è lo Stay all day concealer di Essence Cosmetic:IMG_2677

Sulla confezione c’è scritto che dovrebbe durare 16h… vi anticipo già che non è così, purtroppo dura meno. Nonostante lo abbia fissato con la cipria di RCMA quella incolore e abbia fatto un leggero baking per mantenere il tutto intatto per più tempo possibile, un pochino durante la giornata il correttore si era un po’ spostato. La coprenza per il prezzo non è affatto male, l’unico problema è che, essendoci sempre pochi colori tra cui scegliere, questo è sempre un po’ troppo chiaro per la mia carnagione e ho notato che ingrigisce leggermente sotto l’occhio.

Il prezzo è di 2,45 euro e io ce l’ho nella tonalità numero 10 Natural Beige. Tutto sommato anche questo un buon correttore se avete la pelle più chiara della mia. Per il prezzo va bene se volete un effetto molto naturale ma dovete ricordarvi di fissarlo bene con la cipria.

Il terzo correttore è L’Accord Parfait di l’Oreal:img_2678.jpg

Questo l’ho comprato circa due settimane fa da Tigotà, era in offerta a circa 4 euro con il 40% di sconto, dato che volevo provarlo da tanto non ho perso troppo tempo a pensare se acquistarlo oppure no, questo ha una consistenza che è simile a quella dei due precedenti ma il colore si avvicina di più alle mie tonalità e soprattutto dura di più se fissato con una cipria, devo dire però che l’applicatore è un po’ scomodo perché non preleva abbastanza prodotto (forse non ve l’ho detto ma uso parecchio correttore! ;)).

Contiene 5 ml di prodotto e a prezzo pieno costa circa 8 euro, quindi non proprio super economico come gli altri due ma più performante, purtroppo nonostante costi di più rispetto ai precedenti correttori, le tonalità disponibili non sono di più, sono sempre tre, questo mi spiace molto perché i “drugstore” americani hanno più o meno i nostri stessi brand ma con molte più tonalità!

Il quarto correttore è l’Age Rewind di Maybelline:img_2679.jpg

Questo presumo lo conosciate un po’ tutte perchè fino a qualche anno fa era un correttore molto chiacchierato. Infatti per il prezzo che ha copre veramente bene le discromie sotto gli occhi, si sfuma bene, è idratante e contiene attivi anti età che lo rendono molto apprezzato anche dalle pelli un po’ più mature. Lo sfumo sempre con la spugnetta e poi lo fisso con un leggero baking. Quando l’ho provato per la prima volta ormai diversi anni fa non mi era piaciuto (semplicemente perchè lo applicavo con le dita e poi non lo fissavo con la cipria… diciamo che non sapevo ancora dell’esistenza dei penelli!).

La spugnetta integrata nel correttore per l’applicazione crea un po’ di disordine a lungo andare perché non si può smontare senza romperla e secondo me colleziona un po’ di batteri anche se in realtà non ho mai avuto alcun problema di reazioni sulla pelle.

Il presso da Tigotà è di 8,95 euro, il mio è nella colorazione Nude ed è già il terzo o quarto che ricompro, mi piace davvero molto, però tenete conto che avendo solo due tonalià sarà un po’ difficile avvicinarsi alla vostra carnagione se siete molto scure o molto chiare.

L’ultimo correttore ma non per ordine di importanza è il Full Coverage Concealer di Kiko:IMG_2680

Anche questo molto conosciuto (sul sito di kiko attualmente ci sono 612 recensioni). Questo correttore non lo uso per le occhiaie perché è decisamente troppo pastoso per essere applicato su una zona così delicata come quella delle occhiaie (e per questo motivo non lo ritengo per nulla adatto per le pelli più mature), infatti lo uso con un pennellino piccolo sintetico per delineare la forma delle mie sopracciglia dopo averle disegnate con la matita o il brow pot di Nabla. Per questo scopo mi ci trovo davvero molto bene, per quanto riguarda la copertura dei brufoli non so dirvi perché secondo me come vedete dalla foto non è molto coprente (ho un’altra idea di coprenza francamente!).

Il fatto è che questo correttore lo apprezzo forse di più di tutti i precedenti per il semplice fatto che il prezzo è di 7,50 euro e Kiko ha ben 8 referenze colore. Quindi ritengo che sia un prezzo più che onesto inoltra la confezione comprende anche un pratico specchietto! 😉

Ecco qui completata la panoramica sui correttori che possiedo e che vi consiglio di provare. Riassumendo i miei preferiti citati in questo post sono l’Accord Parfait di l’Oreal, l’Age rewind di Maybelline e il Full Coverage Concealer di Kiko. 😉

Come sempre se avete qualche raccomandazione da farmi per qualche correttore economico che vi è piaciuto aspetto i vostri commenti sotto al post! 🙂

Un bacione e a presto! 🙂

 

 

acquisti, brufoli, cosmetici naturali, haul, idratare, maschere in tessuto, maschere viso, Senza categoria, skincare

MASCHERE IN TESSUTO: QUALE SCEGLIERE?

Buongiorno a tutti!

Oggi vi voglio parlare di una mia relativamente recente fissazione: le maschere in tessuto! Anche se è un trend iniziato nei paesi asiatici ormai anche in Italia ne esistono di tutti i tipi e di tutte le marche. Uno dei primi negozi ad avere iniziato il trend nel nostro paese è stato Sephora infatti inizialmente compravo solo le loro maschere viso in tessuto.

Ne esistono di diversi tipi in base agli ingredienti anche se in realtà di base hanno tutte lo stesso INCI le maschere tra di loro differiscono di poco.

Dopo un po’, sempre da Sephora, hanno cominciato ad arrivare anche quelle del Dr. Brandt noto marchio di cosmesi Statunitense.

Ma perché di recente stanno spopolando? Perché tutti ne vanno pazzi?

Beh i motivi sono diversi e tutti validi:

  • non dovendo essere risciacquata dopo l’uso, i principi attivi del siero usato per “bagnarle” penetra meglio all’interno della pelle rispetto ad una maschera con risciacquo;
  • sono pratiche: le potete portare in viaggio ovunque e occupano meno spazio di quelle in tubetto;
  • possono essere usate tranquillamente in sostituzione del siero se lo avete finito o se vi scoccia usare il siero tutti i giorni;
  • il tessuto consente un comfort maggiore sul viso (almeno per una mia personale opinione) rispetto ad una maschera in tubetto e rischio di sporcare meno in giro!

Ci sono anche dei contro per quelle persone a cui piace usare di più una maschera in tubetto:

  • ovviamente c’è meno prodotto all’interno quindi a conti fatti in proporzione costano di più di una maschera classica da spalmare;
  • dopo l’uso alcune sono ancora parecchio bagnate e se non avete un cestino a portata di mano (ad esempio se volete utilizzarle in aereo mentre siete in volo) è un po’ problematico.

Detto ciò vediamo quali sono quelle che mi piacciono di più rispetto al prezzo e alla qualità degli ingredienti:

garnier hydra bomb

La Garnier Hydra Bomb per pelli da dissetare è quella che in assoluto uso di più di tutte le altre. Innanzitutto perché è quella che idrata maggiormente la mia pelle senza ungerla e/o appiccicarla e poi perché è anche quella che tra tutte quelle che ho provato costa meno. (Dipende da dove la acquistate ma va dai 2 euro fino a 2,50 euro). Sulle istruzioni c’è scritto di lasciarla in posa almeno 10/15 minuti, io a volte la lascio anche per 20 minuti perché essendo una maschera idratante che non ha bisogno di essere sciacquata non c’è il rischio che irriti la pelle.

dr jart

Le maschere del Dr. Jart+ le trovate in Italia credo solo da Sephora. Ne esistono di due tipi: quelle in tessuto e quelle in materiale Hydrogel che sono antitraspiranti e teoricamente non dovrebbero “lasciar scappare” i principi attivi del siero applicato e quindi agire più in profondità. Io ho provato solo quelle in tessuto, una è quella che vedete qui sopra che è a base di Niacinamide un ingrediente preziosissimo per purificare la pelle dalle imperfezioni causate dai brufoletti.

Un’altra che ho provato sempre della Dr. Jart+ è quella super idratante:

dr jart+ hydra solution

In generale sono maschere che mi piacciono molto però non le compro molto spesso perché continuano a piacermi di più quelle della Garnier e poi hanno un prezzo ben diverso da queste ultime. Infatti le Dr. Jart+ costano 5,90 euro per quelle in tessuto e 10,90 per quelle con siero in Hydrogel… una bella differenza!

sephora mask

Le maschere a marchio Sephora invece, che sono le prime in assoluto che ho provato, come vi dicevo, sono una via di mezzo per quanto riguarda il prezzo (costano 3,90 euro) però spesso Sephora le propone in cofanetti in cui ce ne sono da 5 a 10 a prezzo molto più conveniente, quindi se le provate e vi piacciono potete approfittare di queste offerte quando le trovate in negozio per risparmiare.

Come accennavo all’inizio, sono maschere abbastanza buone ma tra di loro gli ingredienti di base sono identici, cambia solo il “principio attivo” che è presente sulla confezione, quindi ad esempio quella nell’immagine contiene thé verde, quella alla rosa conterrà olio di rosa oppure acqua di rosa e così via ma mai in quantità super elevate quindi non troverete mai gli ingredienti dichiarati sul packaging ai primi posti nell’INCI ma comunque sono presenti.

A mio avviso rappresentano un buon compromesso se non vi recate spesso al supermercato o se preferite acquistare i vostri prodotti cosmetici in profumeria ma non volete spendere troppo per provare le maschere in tessuto. Comunque vale la pena di provarne almeno un paio!

too cool for school

Infine sempre per le maschere di marchi che ho visto solo da Sephora, ne ho provata una mentre ero in vacanza quest’estate della marca “too cool for school”, ne hanno di diversi tipi ma questa è in tessuto a base di ceramide e acqua di cocco. Il prezzo è di 4,90 euro e devo dire che sono rimasta molto soddisfatta. Infatti idrata molto anche se pizzica leggermente (potrebbe comunque essere stata solo una sensazione dovuta all’esposizione al sole però anche nelle istruzione c’è scritto che potrebbe leggermente pizzicare) la mia pelle alla fine del trattamento era molto idrata e anche rimpolpata e rassodata (mi sembra di averla lasciata in posa per una 20 di minuti). 

Tuttavia il prodotto che mi è piaciuto ancora di più di questo marchio sono stati i patch per gli occhi: 

too cool for school eyepach

Sempre all’acqua di cocco questi patch per gli occhi sono stati una vera e propria mamma dal cielo quando sono andata in vacanza, li ho applicati per 3 volte durante la settimana di vacanza per aiutare la distensione del contorno occhi dopo una giornata trascorsa al sole. Sono molto grandi quindi coprono anche parte delle guance e delle tempie cosa che mi piace molto. Il prezzo è di 4,50 euro che non è proprio economico però ne sono rimasta talmente soddisfatta che se non fossero sempre sold out ovunque ne comprerei una bella scorta!

Altre maschere che ho provato di recente ma che devo ancora testare per bene sono quelle con cui recentemente è uscita la Kiko:

maschera kiko

Finora ho provato solo quella che vedete nell’immagine che si chiama Girls’ Night Out. È in Hydrogel e devo dire che non mi è piaciuta particolarmente. Nonostante infatti l’Hydrogel sia comunque molto confortevole, non l’ho trovata particolarmente idratante nonostante l’abbia lasciata in posa per il tempo consigliato di 20 minuti, hanno un prezzo di 4,95 euro l’una e non so se la ricomprerò! In ogni caso proverò anche le altre e in caso aggiornerò questo post più avanti.

E a voi? Quale maschere in tessuto utilizzate se le avete mai provate e quali vi stanno piacendo maggiormente?

Un bacione e al prossimo post!

Debora

acquisti, agosto, kiko, kikocosmetics, Limited edition., review, Rossetti, Senza categoria, trucchi

 10 Rossetti preferiti per il periodo estivo

Sono una di quelle ragazze che prima di uscire di casa sceglie con cura il rossetto da mettere ma che vuole anche qualcosa di comodo da indossare per tutti i giorni e poi puntualmente lo lancia nella borsa (che se siete come me c’è dentro la vostra casa e potreste andare solo con quella in Africa a fare un safari per trenta giorni senza battere ciglio!) per poi, una volta svanito il rossetto durante la serata/giornata non ha voglia di mettersi a rovistare per cercarlo e finisce per mettere quello del giorno prima, anche lui sciagurato lanciato senza troppe cerimonie nella borsa/valigia!

In tutto questo c’è di buono che nella mia borsa nel giro di 10 giorni si sono accumulati… 10 rossetti e mi sono accorta ripescandoli che sono quelli che per l’estate adoro di più, quindi… ne ho fatto un post! (ma va? sennò non eravamo qui a parlarne! :P)

Partiamo subito allora:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo è stato il mio primo rossetto Mac si chiama Creme Cup (e anche l’unico che ho a dire la verità) lo adoro letteralmente, è un cream sheen, non è proprio super omogeneo nella stesura quindi lo stendo e poi lo picchietto delicatamente con le dita!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo invece molto più economico è un rossettino della Kiko della linea Smart Fusion Lipstick è il 304 a € 3,95 l’uno, questo a differenza del precedente della Mac è super idratante e un po’ meno coprente, lo uso spesso al lavoro quando la mattina sono di fretta e non ho avuto tempo di mettermi il rossetto e quindi rovisto nella borsa per pescare il primo che capita!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Altro rossettino Kiko sempre della stessa linea del precedente è il numero 343 questo decisamente più scuro come potete vedere applicato sulle labbra (tenete conto che le mie labbra di partenza sono molto chiare) anche questo super confortevole e come tutti i rossetti kiko hanno un profumo vanigliato molto buono! (anche questo lo uso per il lavoro per lo stesso motivo di cui sopra 😛 )

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo è uno dei miei rossetti preferiti in ASSOLUTO non solo per il periodo estivo! Ha una formula e una scrivenza pazzesche è Bye Bye Birdie di Nabla nel suo packaging natalizio che se non erro sul sito nabla è esaurito ma lo trovate nella confezione normale tranquille! È un colore in assoluto da provare e che consiglio a tutte. La formula è super confortevole sulle labbra e dura tantissimo come se fosse un rossetto liquido, tra l’altro è quasi no-transfer e non capisco come abbiano fatto a produrre una formulazione del genere!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Marca americana che però adesso si trova facilmente anche in Italia, infatti è da poco approdata da Sephora: HudaBeauty. Huda Kattan è una popolarissima makeup artist americana che ha intrapreso la strada imprenditoriale non molti anni fa raggiungendo successi strepitosi. Adoro i suoi rossetti liquidi opachi e questo si chiama Venus, uno dei miei colori preferiti neanche a dirlo mi piacciono i nudes ma non lo avevate capito vero? (ha anche una linea metallizzata), durano tantissimo sulle mie labbra, sono abbastanza confortevoli, non sbavano e sanno un buonissimo profumo, in questa foto non lo vedete in tutto il loro splendore perchè le mie labbra stavano già cominciando un po’ a seccarsi dopo un po’ di swatches.  Questo è la versione mini (sono in totale 4 kit da 4 rossetti liquidi ciascuno comprati su CultBeauty quando ancora non erano disponibili in Italia) che trovo comodissimo da mettere in borsa… strano! 😀

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ok… lo ammetto…. è moooolto simile al precedente dalle foto, in realtà è totalmente diverso, giuro! Questo è un altro rossettino HudaBeauty (sul sito di Sephora li trovi qui e non sono proprio economici lo ammetto!) si chiama Trendsetter ed è leggermente più marroncino di Venus. Basta! Non ho nient’altro da dire, bellissimo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Altro preferito per tutte le stagioni e ammetto che la formula e la stesura mi piacciono leggermente di più rispetto a quelli di Huda Beauty è Lolita di Kat Von D, quanto amo questo rossetto!!! Si asciuga in fretta si stende fantasticamente e dura tantissimo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un altro rossettino di Nabla ma stavolta parliamo della linea Dreamy Matte Liquid Lipstick, quindi un rossetto liquido. Apprezzo la formula e la stesura ma devo dire che preferisco in linea di massima Huda Beauty e Kat Von D, perché questo rossetto se non avete le labbra belle idratate e “polpose” tende a segnare le pieghette un pochettino, quello che mi fa impazzire è il colore!!!! Fantastico, il nome è proprio azzeccatissimo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo è un altro rossetto strepitoso è uno dei rossetti liquidi della marca Sephora il numero 03 che sono stati recentemente riformulati e sono disponibili ben 44 referenze colore, c’è davvero l’imbarazzo della scelta e sono tutti bellissimi, online sul loro Sito Ufficiale trovate anche colori in esclusiva web, ad esempio un bellissimo azzurro Tiffany il numero 31 Siren Song. Vi lascio anche il link ad un video di YouTube dove vi fanno vedere gli Swatches qui

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ultimo ma di certo non in ordine di importanza. Questo è Heartbreaker di Huda Beauty!!! Forse il mio rossetto liquido rosso preferito (ne avrei anche uno di Wycon che è uscito credo ormai l’estate scorsa con un edizione limitata che era sensazionale ma purtroppo era appunto L.E. e quindi ho preferito non mostrarlo!).

Vi inserisco anche una foto dove lo vedete meglio sulle mie labbra:


 Come al solito ragazze spero di esservi stata utile e al prossimo post! 

😘😘

acquisti, aloe vera, crema, pelle, recensione, Senza categoria, viso

Pelle perfetta con i prodotti Phytorelax?

Buongiorno webbosi curiosi,

oggi voglio parlarvi di due prodotti Phytorelax che ho avuto modo di testare nelle ultime settimane.

Cenni storici: ( :D)

Sul Sito Ufficiale ovviamente puoi trovare tutte le informazioni disponibili sul brand ma giusto per fare un riassunto: Phytorelax nasce a partire dalla Fondazione Harbor negli anni ’90 con un unico prodotto, un’innovativa fiala per capelli. Negli anni 2000 nasce il vero e proprio brand: esce la loro famosa linea ai Fiori di Bach creata in collaborazione con esperti di medicina convenzionale e non convenzionale e da quel momento in poi il brand è cresciuto sempre di più aumentando la scala di distribuzione.

Di recente (parlo di circa un mesetto e mezzo fa) il marchio è uscito con 4 nuovissime linee biologiche:

  • Hydro Avena
  • Sebum Aloe Vera
  • Lux Lift Argan
  • Active Age Goji

Anche se avrei comprato tutto di tutte le linee in questione perché mi incuriosiscono davvero molto mi sono limitata (per il momento) a due prodotti della linea Sebum Aloe Vera: il Gel Detergente purificante viso e la crema gel normalizzante viso.

Ora il mio tipo di pelle potrebbe essere definito da normale a misto, ultimamente però la mia pelle tende di più ad essere secca.

Vediamo nel dettaglio i prodotti:

IMG_1672

Devo dire che sul packaging si sono impegnati molto, la crema sembra abbia una confezione più da profumeria.

IMG_1673

Scheda prodotto:

Crema si presenta con una consistenza molto leggera e fluida, appunto crema gel come descritto sulla confezione.

La profumazione è molto leggera, quasi inesistente ( o almeno io la percepisco molto poco) il che non è necessariamente un difetto, anzi le pelli più sensibili molto spesso soffrono di irritazione per la presenza di una fragranza troppo aggressiva all’interno di un cosmetico.

Il prezzo di preciso purtroppo non me lo ricordo ma credo di averla pagata attorno ai 13 euro.

La quantità di prodotto direi che è ragionevole per una crema di questo tipo si parla di 50 ml di prodotto, quindi non molto ma nemmeno troppo poco rispetto al prezzo.

INCI:

Aqua/Water/Eau, Aloe barbadensis leaf juice (*), Caprylic/capric triglyceride,
Zea mays (Corn) germ oil (*), Cellulose, Cetearyl alcohol, Glyceryl stearate, Cococaprylate,
Lysolecithin, Salix alba (Willow) bark extract, Sclerotium gum, Sodium lauroyl
glutamate, Stearic acid, Silica, Melaleuca viridiflora leaf oil, Mentha arvensis (Wild mint) leaf
oil, Melaleuca alternifolia (Tea Tree) leaf oil, Pullulan, Cananga odorata flower oil, Xanthan
gum, Sodium levulinate, Potassium sorbate, Parfum [Fragrance], Sodium dehydroacetate,
Lactic acid, Tocopherol, Citric acid, Sodium phytate, Limonene, Sodium benzoate,
Helianthus annuus (Sunflower) seed oil, Citronellol, Linalool, Geraniol, Citral.
*da agricoltura biologica – organically farmed (INCI ripreso dal Sito Ufficiale).

Opinioni:

Dico subito che non penso la ricomprerò! Purtroppo non mi piace come si assorbe sulla pelle del mio viso, nonostante faccia lo scrub due volte a settimana, dopo aver applicato un siero qualsiasi (a casa ho provato con 3 sieri diversi), una volta spalmata sulla pelle, ogni volta che credo si sia assorbita noto puntualmente che si formano una serie di piccole “bricioline” di crema e più strofino e più se ne fanno ma non voglio assolutamente buttarla perciò la sto usando sul decollete e devo dire che in quella zona non mi crea problemi. Sono comunque curiosa di provare le creme viso delle altre linee (mi incuriosisce molto quella all’Argan).

IMG_1674 (1)

Scheda prodotto:

Anche il gel detergente per il viso ha una consistenza molto leggera, fina che sembra quasi acquosa.

Anche in questo caso la profumazione non è aggressiva ma delicata e molto fresca anche se leggermente più accentuata di quella della crema, io lo uso sul Clarisonic e crea una piacevolissima leggera schiuma ma non troppa quindi non è assolutamente aggressivo sulla pelle.

… Purtroppo nemmeno per questo prodotto ricordo il prezzo (sorry!) però non penso di averlo pagato più di 8 euro.

In questo caso la quantità di prodotto è di 200 ml, anche qui siamo nello standard per un detergente viso.

INCI:

Aqua/Water/Eau, Aloe barbadensis leaf juice (*),
Sodium coco-sulfate, Cocamidopropyl betaine, Glycerin, Decyl
glucoside, Polyglyceryl-3 cocoate, Polyglyceryl-4 caprate,
Polyglyceryl-6 caprylate, Polyglyceryl-6 ricinoleate, Salix alba
(Willow) bark extract, Mentha arvensis (Wild mint) leaf oil,
Melaleuca viridiflora leaf oil, Cananga odorata flower oil, Melaleuca
alternifolia (Tea Tree) leaf oil, Sodium chloride, Sodium levulinate,
Lactic acid, Potassium sorbate, Parfum [Fragrance], Sodium
phytate, Limonene, Citric acid, Sodium benzoate, Citronellol,
Linalool.
*da agricoltura biologica – organically farmed (INCI ripreso dal sito ufficiale).

Opinioni:

Di questo prodotto mi piace soprattutto la consistenza, super leggera, pulisce benissimo il viso e lascia effettivamente una sensazione di freschezza senza seccare la pelle il che è molto positivo perché solitamente i prodotti detergenti per il viso che “dichiarano” di essere sebo regolatori formulati per la pelle mista e/o tendente a diventare grassa, sono troppo a aggressivi, questo prodotto non lo è assolutamente.

Tutte le linee Phytorelax possono essere acquistate negli store OVS e in altri stores dedicati. In ogni caso sul loro sito c’è lo Store Locator

Conclusioni:

In conclusione direi che i prodotti non sono affatto male, come già detto in questo post sono sicuramente curiosa di provarne altri magari da altre linee. Il detergente lo raccomando sicuramente mentre la crema per il mio tipo di pelle probabilmente non ha funzionato correttamente ma la vedo sicuramente meglio per una pelle con tendenza a diventare grassa più in fretta della mia.

Io spero di esservi stata utile e di avervi tenuto compagnia con questo post. 🙂

Ci vediamo al prossimo! 😀

Besitos

Debora

acquisti, agosto, estate, haul, Nabla, Senza categoria, swatches, tutorial

NABLA FREEDOMINATION: Swatches e tutorial

Ciao a tutti webbosi curiosi!

Oggi parliamo dell’ultima nata in casa Nabla ovvero la nuovissima collezione FREEDOMINATION uscita ufficialmente il 12 luglio.

Con questa collezione sono usciti 10 nuovi ombretti, 2 Dreamy Liquid Lipstick (uno dal finisci opaco e l’altro dal finish cromato/metallizzato), 2 blush, 1 terra, 1 illuminante, 4 nuovi Diva Crime (rossetti) con packaging in edizione super limitata, 2 Dazzle liner, la nuova Palette Liberty six e la new entry la Liberty four (con 4 alloggiamenti ombretti).

Insomma stavolta in casa Nabla si sono proprio sbizzarriti, più del solito e questa cosa mi piace molto.

Ma andiamo con ordine:

CONOSCIAMO L’AZIENDA:

Nabla Sito Ufficiale è un’azienda che fin dall’inizio si prefigge di essere aperta ad una filosofia chiara rispetto al proprio prodotto. Tutti i prodotti sono cruelty free e quasi tutti vegani, nessuno dei loro prodotti infatti contiene il carminio (tipica colorazione rossa ricavata da un piccolo insettino: la cocciniglia.) Gli unici che non sono vegani sono quelli che contengono c’era d’api ma lo potete capire dal simbolo del coniglietto in ogni scheda prodotto sul loro sito ufficiale.

A mio personale avviso Nabla non ha mai considerato i suoi fan come potenziali clienti, Nabla non segue una clientela, Nabla segue e cerca di ispirare ogni giorno ad essere ciò che si vuole essere anche uscendo da schemi canonici.

Trovate tutta la spiegazione della linea al video girato da Daniele Lorusso (in arte MrDanielMakeup) Art Director della compagnia.

MA COME SI PRESENTA LA COLLEZIONE?

Io personalmente ho acquistato tutti e 10 gli ombretti, la nuova palette personalizzabile che ha spazio per 4 ombretti refill e uno dei Dazzle Liner ma la collezione mi piace tutta e non escludo qualche altro acquisto. Vediamo com’è arrivato il pacco questa volta:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Devo dire che stavolta si sono davvero superati, non solo la presentazione della storia legata alla FREEDOMINATION (come avevano fatto per i Dreamy Matte Liquid Lipstick) scritta su un foglietto a mo’ di storia romanzata ma anche l’interno del cartoncino personalizzato con il tema realizzato per la collezione, ci mancava solo che fosse impregnata di profumo e poi sarebbe stato il top!!!

Vediamo nel dettaglio gli acquisti e gli swatches dei prodotti:

Ecco qui il mio bottino (ma quanto sono carine le nuove palette customizzabili), questa volta i prezzi dei singoli ombretti sono leggermente aumentati dall’ultima collezione ma a mio avviso per il finish ottenuto e per la qualità del prodotto, non mi è dispiaciuto. Adesso che sto scrivendo questo post, sul sito sono presenti ancora i prezzi in promozione lancio della collezione con tutti i vari Bundle ancora disponibili.

Vediamo il dettaglio:

Alchemy: Prezzo lancio €8,91 (prezzo intero €9,90)

Virgin Island: Prezzo lancio €8,91 (prezzo intero €9,90)

On the road: Prezzo lancio €5,85 (prezzo intero €6,50)

Millennium: Prezzo lancio €5,85 (prezzo intero €6,50)

Mystic: Prezzo lancio €5,85 (prezzo intero €6,50)

Freestyler: Prezzo lancio €5,85 (prezzo intero €6,50)

New Heaven: Prezzo lancio €7,11 (prezzo intero €7,90)

Lotus: Prezzo lancio €7,11 (prezzo intero €7,90)

Eresia: Prezzo lancio €7,11 (prezzo intero €7,90)

Blue Velvet: Prezzo lancio €7,11 (prezzo intero €7,90)

Dazzle liner nella colorazione Crystal: Prezzo lancio €10,71 (prezzo intero €11,90)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per fare gli swatches ho prima applicato sulla mano un po’ di Primer potion della Urban Decay, sia perchè volevo vedere come avrebbero reso i colori con il giusto supporto sia perché uso il primer abitualmente tutti i giorni in ogni caso e volevo mostrare la resa che si avvicinava di più sulla palpebra.

IMG_1603

Questi sono gli swatches dei colori opachi che mi hanno veramente sbalordita! Perché già di per loro sono una formulazione ostica da trattare e da pressare per una resa perfetta e poi anche perchè i viola sono ancora più difficili da realizzare. Colori pienissimi, stesura praticamente perfetta! Non mi è sembrato di notare eccessivo pulviscolo di colore, al tatto sono super soffici e applicati sulle palpebre si sfumano in un attimo.

Ovviamente mi sono piaciuti tantissimo anche i colori shimmer, i due più spettacolari sono sicuramente Virgin Island (che aspettavo con ansia di provare! 🙂 ) e Alchemy, che in molti (compresa la sottoscritta) sui social non hanno potuto fare a meno di notare che assomigliasse molto ad un altro ombretto refill che Nabla aveva prodotto per la precedente collezione di questo inverno ovvero Absinthe ma… giudicate voi:

img_1616.jpgimg_1617.jpg

La stessa osservazione è stata fatta anche per il colore Ludwig sempre della collezione invernale confrontandolo con il colore On the road. Sono sincera a prima vista non avendoli uno di fianco all’altro sembravano molto simili anche a me ma penso che le foto parlino chiare.

Absinthe è uno dei miei colori preferiti in assoluto con quella perlescenza violetta e cangiante appena percepibile ma chiaramente visibile sotto la luce naturale ma poi… è arrivato Alchemy e devo dire che lo ha forse un po’ scavalcato. Alchemy è ancora più vibrante e a differenza di Absinthe che ha un sottotono caldo e marroncino, Alchemy ha invece una tonalità di base sul rosino. Mi ricorda molto la coda di una sirena.

On the road è stupendo… ma Ludwig mi piace di più! non posso farci nulla! 🙂

Il Dazzle liner mi piace molto, anche se mi aspettavo che fosse più saturo di riflessi, Daniele nel suo video tutorial spiega che questa volta sono state scelte delle perle più fini. Il consiglio di Daniele è quello di fare una prima stesura di eyeliner, aspettare che si asciughi e poi ripassare per permettere al colore di essere più vibrante e di non spostare la perla alle successive passate. Io accetto il consiglio! 🙂

Infine il primo look che ho realizzato con questa collezione:

nella piega dell’occhio ho applicato Circle (sempre Nabla non in questa collezione ma nella linea permanente di Refill);

subito sotto ho steso Lotus;

nell’angolo più esterno all’attaccatura delle ciglia ho sfumato Eresia;

su tutta la palpebra mobile infine ho applicato Alchemy con il polpastrello per renderlo più intenso.

Che ve ne pare? 🙂

Bene webbosi, aspetto le vostre considerazioni su questa nuova collezione Nabla e a presto con un nuovo post!

Ciaoooo 🙂

acquisti

Haul e Recensione sito cultbeauty.com

Allora… la vera tragedia nello scrivere questo post è pensare che quando la Gran Bretagna uscirà definitivamente dall’UE non potrò più ordinare questi preziosi gingilli con tanta facilità… ma questa è un’altra storia.

Non credo di aver mai fatto un post del genere sul mio blog e sono molto contenta in questo caso perché so che potrebbe essere un argomento interessante o per lo meno per me lo è. All’inizio ero moooolto scettica sull’acquisto di “cose” online per cose intendo qualsiasi cosa non solo trucchi. Cercavo sempre di capire se i siti che guardavo in rete fossero affidabili a livello di spedizioni oppure no, se gli ordini arrivavano puntuali, se il servizio di assistenza clienti rispondeva subito e varie altre questioni logistiche e noiose.

Però purtroppo qualche anno fa (e anche ora a mio avviso) non si trovano ancora recensioni vere e proprie sugli e-commerce, soprattutto quelli fuori Italia che vendono cosmetici.

Uno di questi dove ho sempre desiderato acquistare ma dove solo di recente ho avuto il coraggio era proprio cultbeauty

Secondo me è innanzitutto un sito fatto molto bene a livello grafico (non se ne trovano molti di così carini) e poi ha tantissimi marchi che ovviamente in Italia si fa molta fatica a reperire (ma dai? Veramente? non lo avrei mai detto!).
Allora: i prezzi sono tutti in sterline ma confrontando un pochino gli stessi prodotti con atri siti (ad esempio beautybay) vi posso dire che con il cambio attuale si risparmia un bel po’ su Cult Beauty a volte la differenza è anche di 4/5 euro a prodotto che non è poco!
È anche vero che su Beauty Bay i marchi truccosi sono di più rispetto a Cult Beauty ma è altrettanto vero che su quest’ultimo la Skin Care è vastissima. Trovate veramente di tutto e di più compresi gli integratori (che sconsiglio di comprare non per la dubbia provenienza ma perché comunque dal Regno Unito è un bel viaggetto per un prodotto che deve rimanere ad una certa temperatura per non perdere la sua efficacia!).

Ma veniamo a cosa ne penso del sito.

Attenzione:

io per il momento ho comprato solo tramite spedizione tracciata a pagamento perché ho speso un bel po’ di soldini e non volevo rischiare di perdere l’ordine in giro per l’Europa! Non so come sia la spedizione gratuita non tracciata ma ho letto sui forum che se perdono il pacco è un macello risalire anche con il numero di ordine e il servizio clienti non vi può molto aiutare in tal senso.

 

Questa è la homepage dove vi fanno vedere quali sono i prodotti Cult della settimana e i bestseller, come potete vedere in alto vi dicono che le spedizioni sono gratuite per ordini uguali o superiori alle 50 Sterline, come vi dicevo prima non ho provato la spedizione gratuita perché mi hanno detto che Royal Mail non è così affidabile… Attenzione però che la spedizione tracciata a pagamento costa 15 Sterline, decidete voi in base a quanto ritenete prezioso il contenuto del vostro pacco, quanto spendere per la spedizione.
Peccato che non facciano scegliere qualche campioncino gratuito come fa Sephora, perché quelli sono sempre graditi e secondo me farebbero molti più soldi dando questo tipo di possibilità (che genio del marketing sono!)
Se vi registrate al sito una volta loggati potete crearvi una figosissima wishlist perché se siete come me e buttate tutto dentro al carrello poi andate al check out e vi viene un mezzo infarto/mezzo ictus/mezzo coccolone perché vedete il totale a cui poi dovreste aggiungere le 15 sterline della spedizione, fate più bella figura a mettere tutto nella wish e lo parcheggiate lì finché non avete il gruzzoletto da parte! Ecco.
Come un po’ per tutti i siti che rivendono trucchi se un prodotto è fuori stock, anche qui c’è la possibilità di “iscriversi” ad una waitlist che vi comunicherà tramite mail che il prodotto è tornato.
CONTROINDICAZIONI PER IL SERVIZIO “JOIN THE WAITLIST”:
Per tutte coloro che come me con i trucchi hanno le mani talmente bucate da essere ridotte praticamente a non vederle più, è caldamente sconsigliato l’uso improprio di tale servizio nelle seguenti situazioni:
  • sono stata appena mollata
  • sono stata appena mollata perché mi ha tradita
  • sono stata mollata e adesso piuttosto di fiondarmi sul frigo vado a vedere cosa c’è di nuovo su cultbeauty

Quando guardate un prodotto poi più in basso nella pagina trovate prodotti che potrebbero interessarvi in base a quello che state guardando e i prodotti che altri clienti hanno comprato assieme al prodotto che state guardando.

Tutto sommato poi il check out è sempre stato molto fluido e non ci sono stati mai problemi con la spedizione celere tracciata a pagamento.

CONCLUSIONI FINALI:

  • trovate marchi difficili da reperire in Italia;
  • il rapporto qualità/prezzo a mio avviso è ottimo;
  • le spedizioni sono gratuite sopra le 50 sterline (forse questo è po’ un problema per chi di voi guarda solo i prodotti low coast)
  • ampia scelta di prodotti (dai più costosi ai più economici)
  • servizio wishlist
  • servizio waitlist
  • spedizioni veramente veloci con il servizio di posta celere tracciato (costo 15 sterline ma il pacco arriva sempre intatto e ben imballato dopo massimo tre giorni)

Che dire? Un sito con i controfiocchi e posso dirvi anche che il personale di assistenza è molto cortese, veloce e puntuale.

Voto totale al sito: 8½. Gli darei di più solo che preferirei ci fossero più marche e i campioncini gratuiti quando si fa il checkout!

Se volete sapere cosa ho acquistato con l’ultimo ordine finite di guardare questo post:

la cocoa blend di zoeva

 

ecco gli swatches della cocoa blend

 

la sweet glamour blush palette

 

… e gli swatches della palette

 

i glitter di violet voss… sto riscoprendo la mia passione per i glitter

 

ma quanto belli sono?

 

i nuovi magnificent metals di Stila

 

e lo swatch… non ho parole… la grande bellezza!

 

il vivid brights della nyx che sinceramente non è del colore del tubetto 😦 peccato!

 

… come potete vedere

 

Eccoci qua, quindi dato che vi ho fatto il post adesso gradirei un po’ di solidarietà femminile per farmi sentire meno in colpa per aver speso un po’ di soldini di troppo, quindi andate sul sito, fate shopping e fatemi sapere cosa avete preso che sono curiosa!

Adios! 🙂

acquisti, aranciato, biologici, biologico., blogger, borse, certificazioni, confort, crema, creme, delicati., età, health, impressioni, INCI, ingredienti, morbidezza, nutrimento, ottima, pelle, pelle mista., siliconi, swatches, wow

RECENSIONE: LINEA PHYTORELAX MULTI VITAMIN A+C+E (Il ritorno)

Buongiorno, a tutte!

Sì, lo so! Sono mancata per un bel po’ ma… sono tornata e porto con me una recensione che spero possa farvi piacere. Non so se lo sapete (non credo) ma mi piace molto utilizzare sulla mia pelle cosmetici (per la cura del corpo/viso) ecc naturali. Per prepararci allla bella stagione e per disintossicarsi dagli eccessi delle feste passate e dall’inquinamento dell’inverno ecco la carica multivitaminica che ci serve!
Per naturali intendo che non contengano brutti conservanti, siliconi, parabeni, petrolati ecc e che abbiano almeno il 90% di ingredienti contenuti in INCI di derivazione naturale (per lo più olii e estratti vegetali) meglio se da coltivazioni biologiche e/o eco sostenibili (per non farsi mancare nulla! :P)

Detto ciò oggi come avrete intuito dal titolo voglio parlarvi della marca Phytorelax (trovate il sito qui) ed in particolare di tre prodotti della linea Multi vitaminica che ormai ho acquistato circa un mesetto e mezzo fa da OVS.

Chiedo già scusa in anticipo perché ho buttato lo scontrino e non mi ricordo i prezzi nel dettaglio ma posso darvi altre info utili sulla texture, stesura, effetti sulla pelle e tutte queste belle cosine.

Cominciamo dalle foto che sono sempre carine da vedere :)!

per maggiori info clicca sull’immagine!

Allora: sull’efficacia di questo siero sulle (eventuali) ruche non posso darvi grandi feedback perchè (per fortuna!) ancora non ne ho! hihi non odiatemi! Però posso dirvi che l’odore almeno per me non è stato particolarmente piacevole, lo trovo abbastanza idratante ma con una consistenza un po’ strana per essere un siero. Solitamente infatti il siero dovrebbe servire da preparazione alla crema per farla assorbire meglio invece questo ha una consistenza abbastanza ricca e quindi consiglio prima di farlo asciugare bene e poi di spalmare sopra un leggero strato di crema che poi vi mostro. Ne ho comunque apprezzato molto il packaging in quanto con questo tipo di distributore è molto più semplice mantenere inalterate le proprietà del contenuto.

Tra gli ingredienti troviamo il Tocoferolo che poi non è altro che la Vitamina E preziosissima per la pelle che tutto sommato e anche abbastanza in alta posizione nell’INCI quindi ne contiene abbastanza ed è un ingrediente che costa parecchio (l’ho molto apprezzato), poi troviamo succo di limone, succo d’arancia e succo di radice di carota quindi direi che le vitamine dichiarate ci sono tutte! 🙂

 

 

 

la consistenza del siero viso

Qui sopra trovate lo “swatch” del siero viso. Non so se si capisce ma la consistenza è abbastanza cremosa, non proprio sierosa (eheheh si così come la dico io si capisce sicuramente!).

Passiamo invece alla crema che per definizione dovrebbe essere più ricca di principi attivi e dovrebbe anche possedere una consistenza più corposa rispetto al siero.

Clicca sull’immagine per saperne di più!

Eccola qui in tutto il suo splendore! Etichetta praticamente identica a quella siero cambia solo il packaging che avrei preferito fosse con lo stesso dispenser del siero ma non fa niente. Ha un buonissimo profumo di agrumi e quando la applico con un massaggio leggero dal basso verso l’alto mi sembra anche che sia rassodante anche se non c’è scritto nella descrizione sul sito. In generale tutti i prodotti di questa linea dichiarano che dovrebbero essere illuminanti ed idratanti. In generale posso dire che trovo sia vero però non penso siano prodotti adatti a chi ha un tipo di pelle misto e/o grasso in quanto sono veramente molto idratanti e non “assorbono” la lucidità in eccesso durante la giornata. Se avete questo tipo di pelle non credo che siano particolarmente adatti a voi ma nulla vieta che se vi piace l’idea del complesso vitaminico li possiate provare.

 

lo swatch della crema

Ultima ma non ultima, la maschera per il viso. A tal proposito vorrei partire direttamente dalla descrizione che c’è sul loro sito e (vi allego anche il ink al sito sulla pagina della maschera): “La Maschera Multivitaminica è un concentrato di principi attivi vegetali e complessi multivitaminici che operano in azione combinata per eliminare le impurità cutanee della pelle e sollecitare il giusto equilibrio nel ricambio cellulare della pelle stanca, e segnata dal tempo. Riequilibra con un’azione delicata le pelli impure, libera i pori e aiuta a ritrovare il naturale splendore dell’incarnato.”

Sono d’accordo praticamente su tutto! Dovrebbe essere quindi una maschera purificante che non secca troppo la pelle ed in effetti è così, quando la rimuovo con una spugnetta per il rimuove il trucco bagnata con acqua tiepida è molto piacevole la successiva sensazione che sento sulla pelle che al tatto risulta subito più morbida, setosa e quasi più compatta, mi sembra che crei una sorta di effetto “tensore” non mi sento per niente la pelle che tira nonostante la massiccia quantità di argilla verde e bianca (probabilmente proprio perchè è stata integrata con l’argilla bianca che non secca la pelle) contiene inoltre olio di Babassu (si pronuncia Babassù), un olio molto particolare che deriva da una palma del Sud America a quanto pare è un olio molto emolliente che contrasta l’invecchiamento cutaneo, contiene poi olio di riso oltre al succo di radici di carota, succo di limone e succo d’arancia (che sono le famose tre vitamine di cui si parla sull’etichetta) e anche nella maschera troviamo il famoso (solo per me forse :D) Tocoferolo la vitamina E che oltre ad essere preziosa per la pelle consente di non inserire troppi conservanti nella maschera in quanto è un antiossidante naturale. Ultimo ingrediente che a mio avviso è molto apprezzato è l’ossido di zinco che è quello con cui si fanno le creme per i bimbi quando hanno le irritazioni da pannolino quindi inserita in una maschera dovrebbe calmare eventuali rossori dovuti a qualche brufoletto ed attenuare quelli già presenti (non aspettatevi miracoli, una maschera non vi farà mai sparire un brufolo all’istante dopo 10/15 minuti di posa! Però tutto aiuta un po’ se utilizzato con costanza!).

clicca sulla foto per saperne di più

La maschera ha una consistenza abbastanza fluida e morbida per essere una maschera all’argilla, dovuta senz’altro alla presenza di olietti e dello zinco, si stende bene, non cola e non pizzica quando ce l’avete sul viso, almeno per me dà solo una leggerissima sensazione di calore.

Che dire per tirare le conclusioni?

Mi sto trovando molto bene con tutti e tre i prodotti, penso che ne proverò altri della stessa linea, sto pensando alla crema corpo e all’acqua micellare anche per potenziare gli effetti della maschera, della crema e del siero viso. Tutti e tre i prodotti li ho comprati da OVS e sono certa di non aver speso più di 35 euro, mi sembra un prezzo ragionevole per tre prodotti con il 98% di ingredienti di origine naturale! 😛 Chiaramente non serve che vi dica (ma ve lo dico lo stesso!) che le vitamine e le creme è necessario e fondamentale soprattutto acquisirle con ciò che mangiamo e non solo cercare di spalmarle sul viso per compensare magari una mancanza d’acqua (lo so che non bevete tutta l’acqua che dovreste bere!!!) oppure per evitare di far apparire il viso spento dopo la sagra della finocchiona! La butto sul ridere per cercare di far capire che le creme veicolano per quanto poco e aiutano sicuramente – alcune più altre molto meno – a mantenere in buono stato l’equilibrio idrolipidico dello strato più superficiale del derma… traduzione: a mantenere idratata e con la giusta quota di olii e ph (leggermente acido) la nostra pelle.

 

Bene per questo articolo è tutto donne,

Besitos e alla prossima!

e Buona Pasqua 😀