Skincare haul: acquisti dell’ultimo periodo!

Buongiorno a tutti!

Oggi volevo mostrarvi gli ultimi acquisti effettuati in questo periodo per quanto riguardo la skincare.

Mi piace molto curare la mia pelle, perché senza una cura adeguata non avrei una buona base per applicare tutti i miei tanto amati trucchi e trucchettini! 🙂

Questo prodotti ovviamente non fanno ancora parte della mia attuale skincare routine, li ho acquistati semplicemente per provarli incuriosita dalla confezione oppure perché ne avevo già sentito parlare bene.

IMG_2686

eccoli qui tutti insieme, vediamoli più nel dettaglio:

IMG_2689

Questi sono due detergenti viso che ho trovato molto interessanti uno è il gel detergente purificante senza sapone della Garnier di cui della stessa linea ho già provato il tonico all’acido salicilico per per pelli sensibili di cui sono rimasta molto soddisfatta perché purifica effettivamente senza seccare la pelle o irritarla, davvero ottimo, ho pensato quindi che anche provare il gel detergente fosse una buona scelta… non resta che aspettare e vedere se effettivamente lo è stata! 😉

La mousse olio della marca Sephora è stata davvero una sorpresa e non vedo l’ora di provarla, non ho preso la versione purificante perché andando incontro ai mesi più freddi ho pensato potesse essere una buona idea pensare a qualcosa di più lenitivo ed idratante che non seccasse la pelle, questa infatti contiene estratto di miele d’acacia.

IMG_2690

Ok… l’altro giorno entrando da Sephora non ho proprio potuto resistere quando ho visto la linea Origins in esposizione sugli scaffali ho avuto uno scintillio negli occhi, ho sentito parlare molto bene della gamma Originz quindi ho preso il contorno occhi e la crema per il viso energizzante, detto tra noi ho scelto queste due perché erano quelli che costavano meno (sempre costose comunque 29,50 euro e la crema viso costa 24 euro!!! O.O). Non ho bisogno di dirvi che non vedo l’ora di provare anche la combinazione di questi due vero?

IMG_2692

Si, ho 25 anni e forse è un po’ presto per la crema anti-rughe ma poi prevenire è meglio che curare no? 😉

Anche con questo post è tutto, spero di avervi ispirate per i vostri prossimi acquisti, ovviamente una volta provati con assiduità i nuovi prodotti scriverò recensioni complete e dettagliate.

Un abbraccio!

Debora 🙂

OLIO JOHNSON’S BABY: NON TUTTI SANNO CHE…

Ciao a tutti! 
Spero che abbiate passato tutti bene queste vacanze, in famiglia, con i vostri cari e vi siate divertiti e rilassati! 🙂
Oggi post un po’ diverso, niente review stavolta! Parleremo un po’ in generale di INCI e ingredienti dannosi per la nostra salute che purtroppo di nascono in tutti gli scaffali dei supermercati. Ritengo che sia doveroso renderci conto di quello che ci fa male in un prodotto e capire una volta per tutte, che ciò che ci spalmiamo addosso per rendere la nostra pelle più bella e in salute, purtroppo la maggior parte delle volte, fa esattamente il contrario e noi fatichiamo ad accorgercene perché le aziende che producono questi prodotti non vogliono, chiaramente, che la notizia sia divulgata! 
Cominciamo con lo spiegare cosa significa la parola INCI. 
INCI sta per Iternational Nomenclature Cosmetic Ingredients (ovvero Nomenclatura internazionale degli ingredienti cosmetici). 
In Italia vige l’obbligo di scrivere l’INCI su tutte le confezioni dei cosmetici che acquistiamo. Non vi fidate di un prodotto che non ha la lista degli ingredienti scritta sulla scatola o, se non ha la scatola, sul barattolo. Significa che, probabilmente, non è stato fatto per essere venduto sui nostri scaffali. 
L’INCI indica la percentuale degli ingredienti all’interno del prodotto in ordine decrescente. Il che significa che, quello che è scritto all’inizio della lista, è quello presente in quantità maggiore all’interno del prodotto.
I prodotti eco-biologici solitamente si riconoscono perché, all’inizio della lista, presentano un’elevata percentuale di acqua (scritto “Aqua” sull’INCI), seguita da qualche ingrediente vegetale (un olio, un estratto, un’acqua vegetale o, ancora, un burro vegetale) che si riconosce per la scritta in latino. TUTTI gli ingredienti vegetali sono scritti con il loro nome latino! Ad esempio: Helianthus annus seed oil è l’olio di semi di girasole mentre Prunus amygdalus dulcis oil è l’olio di mandorle dolci ma se ne potrebbe fare un elenco infinito.
Quando non è seguita da un estratto vegetale, l’acqua, come ingrediente principale, è in linea di massima,  un buon segno (ci tengo a porre l’accento su “in linea di massima”).
Ora, venendo al titolo del mio post… L’olio Johnson’s Baby… Ci sarebbe da scrivere una rivista sulla pericolosità dell’unico ingrediente che è presente in quantità più che massiccia in questo olio ossia: La PARAFFINA LIQUIDA. 
Al solo pensiero che questo “prodotto cosmetico” venga spalmato sui neonati, mi sale la rabbia.
Ma cominciamo dal principio. 
La Paraffina liquida, che compare molto ingannevolmente con un nome latino (Paraffinum liquidum) -ma anche con altri nomi che adesso vedremo, è un DERIVATO DEL PETROLIO CANCEROGENO DI TIPO 2 che per un puro e semplice cavillo legislativo può ancora comparire nella lista degli ingredienti che ci spalmiamo addosso. 
Infatti, basta che un’azienda dichiari che la sua paraffina è “pura” (che non si sa bene cosa voglia dire) che può essere automaticamente inserita dell’INCI… insomma una vergogna!!!
Eccolo qui, l’incriminato! 
La paraffina, non è dermo-compatibile, il che significa che non nutre la pelle, crea semplicemente una barriera liscia che fa apparire la pelle più bella momentaneamente, in realtà dopo pochissimo tempo, svanisce lasciando la pelle più secca di prima, non idrata neanche un po’, anzi, fa semplicemente andare nel sangue tutto il dannoso che ha (perché tutto quello che ci spalmiamo addosso va a finire nel nostro organismo dato che la pelle è porosa). 
Non è finita qui! La paraffina non è anallergica, potrebbe provocare alle pelli più sensibili anche reazioni molto forti… Pensate quanto poco ci vorrebbe sui bambini!!!
Come vi dicevo può avere diversi nomi: Paraffina, Paraffinum liquidum, Cera Microcristallina, Petrolatum, Mineral oil, Microcrystalline wax, Vaselina.
Quando scrivono che la crema o il prodotto è dermatologicamente testato, non si significa che a nessuno delle persone sottoposte al test, quel prodotto non abbia provocato reazioni, assolutamente non è così! 
Per una lista degli ingredienti completa e accurata vi rimando ad una blogger che mi piace molto e vi lascio il link al suo blog:  http://www.carlitadolce.com/2013/05/lista-ingredienti-dannosi-nei-cosmetici.html
Fa anche cosmetici in casa ed è molto brava e appassionata, mi piace molto!
Se avete qualsiasi dubbio su un altro ingrediente che non conoscete potete cercarlo sul BIODIZIONARIO che si trova tranquillamente su internet facendo una ricerca su Google.
Farò un altro post per approfondire l’argomento degli ingredienti ma. la prossima volta, vi parlerò dei SILICONI, altri componenti molto molto dannosi! 
Per il momento dunque è tutto, tornerò presto anche con le review!
Un saluto a tutti
Debby 🙂