Skincare haul: acquisti dell’ultimo periodo!

Buongiorno a tutti!

Oggi volevo mostrarvi gli ultimi acquisti effettuati in questo periodo per quanto riguardo la skincare.

Mi piace molto curare la mia pelle, perché senza una cura adeguata non avrei una buona base per applicare tutti i miei tanto amati trucchi e trucchettini! 🙂

Questo prodotti ovviamente non fanno ancora parte della mia attuale skincare routine, li ho acquistati semplicemente per provarli incuriosita dalla confezione oppure perché ne avevo già sentito parlare bene.

IMG_2686

eccoli qui tutti insieme, vediamoli più nel dettaglio:

IMG_2689

Questi sono due detergenti viso che ho trovato molto interessanti uno è il gel detergente purificante senza sapone della Garnier di cui della stessa linea ho già provato il tonico all’acido salicilico per per pelli sensibili di cui sono rimasta molto soddisfatta perché purifica effettivamente senza seccare la pelle o irritarla, davvero ottimo, ho pensato quindi che anche provare il gel detergente fosse una buona scelta… non resta che aspettare e vedere se effettivamente lo è stata! 😉

La mousse olio della marca Sephora è stata davvero una sorpresa e non vedo l’ora di provarla, non ho preso la versione purificante perché andando incontro ai mesi più freddi ho pensato potesse essere una buona idea pensare a qualcosa di più lenitivo ed idratante che non seccasse la pelle, questa infatti contiene estratto di miele d’acacia.

IMG_2690

Ok… l’altro giorno entrando da Sephora non ho proprio potuto resistere quando ho visto la linea Origins in esposizione sugli scaffali ho avuto uno scintillio negli occhi, ho sentito parlare molto bene della gamma Originz quindi ho preso il contorno occhi e la crema per il viso energizzante, detto tra noi ho scelto queste due perché erano quelli che costavano meno (sempre costose comunque 29,50 euro e la crema viso costa 24 euro!!! O.O). Non ho bisogno di dirvi che non vedo l’ora di provare anche la combinazione di questi due vero?

IMG_2692

Si, ho 25 anni e forse è un po’ presto per la crema anti-rughe ma poi prevenire è meglio che curare no? 😉

Anche con questo post è tutto, spero di avervi ispirate per i vostri prossimi acquisti, ovviamente una volta provati con assiduità i nuovi prodotti scriverò recensioni complete e dettagliate.

Un abbraccio!

Debora 🙂

Pelle perfetta con i prodotti Phytorelax?

Buongiorno webbosi curiosi,

oggi voglio parlarvi di due prodotti Phytorelax che ho avuto modo di testare nelle ultime settimane.

Cenni storici: ( :D)

Sul Sito Ufficiale ovviamente puoi trovare tutte le informazioni disponibili sul brand ma giusto per fare un riassunto: Phytorelax nasce a partire dalla Fondazione Harbor negli anni ’90 con un unico prodotto, un’innovativa fiala per capelli. Negli anni 2000 nasce il vero e proprio brand: esce la loro famosa linea ai Fiori di Bach creata in collaborazione con esperti di medicina convenzionale e non convenzionale e da quel momento in poi il brand è cresciuto sempre di più aumentando la scala di distribuzione.

Di recente (parlo di circa un mesetto e mezzo fa) il marchio è uscito con 4 nuovissime linee biologiche:

  • Hydro Avena
  • Sebum Aloe Vera
  • Lux Lift Argan
  • Active Age Goji

Anche se avrei comprato tutto di tutte le linee in questione perché mi incuriosiscono davvero molto mi sono limitata (per il momento) a due prodotti della linea Sebum Aloe Vera: il Gel Detergente purificante viso e la crema gel normalizzante viso.

Ora il mio tipo di pelle potrebbe essere definito da normale a misto, ultimamente però la mia pelle tende di più ad essere secca.

Vediamo nel dettaglio i prodotti:

IMG_1672

Devo dire che sul packaging si sono impegnati molto, la crema sembra abbia una confezione più da profumeria.

IMG_1673

Scheda prodotto:

Crema si presenta con una consistenza molto leggera e fluida, appunto crema gel come descritto sulla confezione.

La profumazione è molto leggera, quasi inesistente ( o almeno io la percepisco molto poco) il che non è necessariamente un difetto, anzi le pelli più sensibili molto spesso soffrono di irritazione per la presenza di una fragranza troppo aggressiva all’interno di un cosmetico.

Il prezzo di preciso purtroppo non me lo ricordo ma credo di averla pagata attorno ai 13 euro.

La quantità di prodotto direi che è ragionevole per una crema di questo tipo si parla di 50 ml di prodotto, quindi non molto ma nemmeno troppo poco rispetto al prezzo.

INCI:

Aqua/Water/Eau, Aloe barbadensis leaf juice (*), Caprylic/capric triglyceride,
Zea mays (Corn) germ oil (*), Cellulose, Cetearyl alcohol, Glyceryl stearate, Cococaprylate,
Lysolecithin, Salix alba (Willow) bark extract, Sclerotium gum, Sodium lauroyl
glutamate, Stearic acid, Silica, Melaleuca viridiflora leaf oil, Mentha arvensis (Wild mint) leaf
oil, Melaleuca alternifolia (Tea Tree) leaf oil, Pullulan, Cananga odorata flower oil, Xanthan
gum, Sodium levulinate, Potassium sorbate, Parfum [Fragrance], Sodium dehydroacetate,
Lactic acid, Tocopherol, Citric acid, Sodium phytate, Limonene, Sodium benzoate,
Helianthus annuus (Sunflower) seed oil, Citronellol, Linalool, Geraniol, Citral.
*da agricoltura biologica – organically farmed (INCI ripreso dal Sito Ufficiale).

Opinioni:

Dico subito che non penso la ricomprerò! Purtroppo non mi piace come si assorbe sulla pelle del mio viso, nonostante faccia lo scrub due volte a settimana, dopo aver applicato un siero qualsiasi (a casa ho provato con 3 sieri diversi), una volta spalmata sulla pelle, ogni volta che credo si sia assorbita noto puntualmente che si formano una serie di piccole “bricioline” di crema e più strofino e più se ne fanno ma non voglio assolutamente buttarla perciò la sto usando sul decollete e devo dire che in quella zona non mi crea problemi. Sono comunque curiosa di provare le creme viso delle altre linee (mi incuriosisce molto quella all’Argan).

IMG_1674 (1)

Scheda prodotto:

Anche il gel detergente per il viso ha una consistenza molto leggera, fina che sembra quasi acquosa.

Anche in questo caso la profumazione non è aggressiva ma delicata e molto fresca anche se leggermente più accentuata di quella della crema, io lo uso sul Clarisonic e crea una piacevolissima leggera schiuma ma non troppa quindi non è assolutamente aggressivo sulla pelle.

… Purtroppo nemmeno per questo prodotto ricordo il prezzo (sorry!) però non penso di averlo pagato più di 8 euro.

In questo caso la quantità di prodotto è di 200 ml, anche qui siamo nello standard per un detergente viso.

INCI:

Aqua/Water/Eau, Aloe barbadensis leaf juice (*),
Sodium coco-sulfate, Cocamidopropyl betaine, Glycerin, Decyl
glucoside, Polyglyceryl-3 cocoate, Polyglyceryl-4 caprate,
Polyglyceryl-6 caprylate, Polyglyceryl-6 ricinoleate, Salix alba
(Willow) bark extract, Mentha arvensis (Wild mint) leaf oil,
Melaleuca viridiflora leaf oil, Cananga odorata flower oil, Melaleuca
alternifolia (Tea Tree) leaf oil, Sodium chloride, Sodium levulinate,
Lactic acid, Potassium sorbate, Parfum [Fragrance], Sodium
phytate, Limonene, Citric acid, Sodium benzoate, Citronellol,
Linalool.
*da agricoltura biologica – organically farmed (INCI ripreso dal sito ufficiale).

Opinioni:

Di questo prodotto mi piace soprattutto la consistenza, super leggera, pulisce benissimo il viso e lascia effettivamente una sensazione di freschezza senza seccare la pelle il che è molto positivo perché solitamente i prodotti detergenti per il viso che “dichiarano” di essere sebo regolatori formulati per la pelle mista e/o tendente a diventare grassa, sono troppo a aggressivi, questo prodotto non lo è assolutamente.

Tutte le linee Phytorelax possono essere acquistate negli store OVS e in altri stores dedicati. In ogni caso sul loro sito c’è lo Store Locator

Conclusioni:

In conclusione direi che i prodotti non sono affatto male, come già detto in questo post sono sicuramente curiosa di provarne altri magari da altre linee. Il detergente lo raccomando sicuramente mentre la crema per il mio tipo di pelle probabilmente non ha funzionato correttamente ma la vedo sicuramente meglio per una pelle con tendenza a diventare grassa più in fretta della mia.

Io spero di esservi stata utile e di avervi tenuto compagnia con questo post. 🙂

Ci vediamo al prossimo! 😀

Besitos

Debora

RECENSIONE: LINEA PHYTORELAX MULTI VITAMIN A+C+E (Il ritorno)

Buongiorno, a tutte!

Sì, lo so! Sono mancata per un bel po’ ma… sono tornata e porto con me una recensione che spero possa farvi piacere. Non so se lo sapete (non credo) ma mi piace molto utilizzare sulla mia pelle cosmetici (per la cura del corpo/viso) ecc naturali. Per prepararci allla bella stagione e per disintossicarsi dagli eccessi delle feste passate e dall’inquinamento dell’inverno ecco la carica multivitaminica che ci serve!
Per naturali intendo che non contengano brutti conservanti, siliconi, parabeni, petrolati ecc e che abbiano almeno il 90% di ingredienti contenuti in INCI di derivazione naturale (per lo più olii e estratti vegetali) meglio se da coltivazioni biologiche e/o eco sostenibili (per non farsi mancare nulla! :P)

Detto ciò oggi come avrete intuito dal titolo voglio parlarvi della marca Phytorelax (trovate il sito qui) ed in particolare di tre prodotti della linea Multi vitaminica che ormai ho acquistato circa un mesetto e mezzo fa da OVS.

Chiedo già scusa in anticipo perché ho buttato lo scontrino e non mi ricordo i prezzi nel dettaglio ma posso darvi altre info utili sulla texture, stesura, effetti sulla pelle e tutte queste belle cosine.

Cominciamo dalle foto che sono sempre carine da vedere :)!

per maggiori info clicca sull’immagine!

Allora: sull’efficacia di questo siero sulle (eventuali) ruche non posso darvi grandi feedback perchè (per fortuna!) ancora non ne ho! hihi non odiatemi! Però posso dirvi che l’odore almeno per me non è stato particolarmente piacevole, lo trovo abbastanza idratante ma con una consistenza un po’ strana per essere un siero. Solitamente infatti il siero dovrebbe servire da preparazione alla crema per farla assorbire meglio invece questo ha una consistenza abbastanza ricca e quindi consiglio prima di farlo asciugare bene e poi di spalmare sopra un leggero strato di crema che poi vi mostro. Ne ho comunque apprezzato molto il packaging in quanto con questo tipo di distributore è molto più semplice mantenere inalterate le proprietà del contenuto.

Tra gli ingredienti troviamo il Tocoferolo che poi non è altro che la Vitamina E preziosissima per la pelle che tutto sommato e anche abbastanza in alta posizione nell’INCI quindi ne contiene abbastanza ed è un ingrediente che costa parecchio (l’ho molto apprezzato), poi troviamo succo di limone, succo d’arancia e succo di radice di carota quindi direi che le vitamine dichiarate ci sono tutte! 🙂

 

 

 

la consistenza del siero viso

Qui sopra trovate lo “swatch” del siero viso. Non so se si capisce ma la consistenza è abbastanza cremosa, non proprio sierosa (eheheh si così come la dico io si capisce sicuramente!).

Passiamo invece alla crema che per definizione dovrebbe essere più ricca di principi attivi e dovrebbe anche possedere una consistenza più corposa rispetto al siero.

Clicca sull’immagine per saperne di più!

Eccola qui in tutto il suo splendore! Etichetta praticamente identica a quella siero cambia solo il packaging che avrei preferito fosse con lo stesso dispenser del siero ma non fa niente. Ha un buonissimo profumo di agrumi e quando la applico con un massaggio leggero dal basso verso l’alto mi sembra anche che sia rassodante anche se non c’è scritto nella descrizione sul sito. In generale tutti i prodotti di questa linea dichiarano che dovrebbero essere illuminanti ed idratanti. In generale posso dire che trovo sia vero però non penso siano prodotti adatti a chi ha un tipo di pelle misto e/o grasso in quanto sono veramente molto idratanti e non “assorbono” la lucidità in eccesso durante la giornata. Se avete questo tipo di pelle non credo che siano particolarmente adatti a voi ma nulla vieta che se vi piace l’idea del complesso vitaminico li possiate provare.

 

lo swatch della crema

Ultima ma non ultima, la maschera per il viso. A tal proposito vorrei partire direttamente dalla descrizione che c’è sul loro sito e (vi allego anche il ink al sito sulla pagina della maschera): “La Maschera Multivitaminica è un concentrato di principi attivi vegetali e complessi multivitaminici che operano in azione combinata per eliminare le impurità cutanee della pelle e sollecitare il giusto equilibrio nel ricambio cellulare della pelle stanca, e segnata dal tempo. Riequilibra con un’azione delicata le pelli impure, libera i pori e aiuta a ritrovare il naturale splendore dell’incarnato.”

Sono d’accordo praticamente su tutto! Dovrebbe essere quindi una maschera purificante che non secca troppo la pelle ed in effetti è così, quando la rimuovo con una spugnetta per il rimuove il trucco bagnata con acqua tiepida è molto piacevole la successiva sensazione che sento sulla pelle che al tatto risulta subito più morbida, setosa e quasi più compatta, mi sembra che crei una sorta di effetto “tensore” non mi sento per niente la pelle che tira nonostante la massiccia quantità di argilla verde e bianca (probabilmente proprio perchè è stata integrata con l’argilla bianca che non secca la pelle) contiene inoltre olio di Babassu (si pronuncia Babassù), un olio molto particolare che deriva da una palma del Sud America a quanto pare è un olio molto emolliente che contrasta l’invecchiamento cutaneo, contiene poi olio di riso oltre al succo di radici di carota, succo di limone e succo d’arancia (che sono le famose tre vitamine di cui si parla sull’etichetta) e anche nella maschera troviamo il famoso (solo per me forse :D) Tocoferolo la vitamina E che oltre ad essere preziosa per la pelle consente di non inserire troppi conservanti nella maschera in quanto è un antiossidante naturale. Ultimo ingrediente che a mio avviso è molto apprezzato è l’ossido di zinco che è quello con cui si fanno le creme per i bimbi quando hanno le irritazioni da pannolino quindi inserita in una maschera dovrebbe calmare eventuali rossori dovuti a qualche brufoletto ed attenuare quelli già presenti (non aspettatevi miracoli, una maschera non vi farà mai sparire un brufolo all’istante dopo 10/15 minuti di posa! Però tutto aiuta un po’ se utilizzato con costanza!).

clicca sulla foto per saperne di più

La maschera ha una consistenza abbastanza fluida e morbida per essere una maschera all’argilla, dovuta senz’altro alla presenza di olietti e dello zinco, si stende bene, non cola e non pizzica quando ce l’avete sul viso, almeno per me dà solo una leggerissima sensazione di calore.

Che dire per tirare le conclusioni?

Mi sto trovando molto bene con tutti e tre i prodotti, penso che ne proverò altri della stessa linea, sto pensando alla crema corpo e all’acqua micellare anche per potenziare gli effetti della maschera, della crema e del siero viso. Tutti e tre i prodotti li ho comprati da OVS e sono certa di non aver speso più di 35 euro, mi sembra un prezzo ragionevole per tre prodotti con il 98% di ingredienti di origine naturale! 😛 Chiaramente non serve che vi dica (ma ve lo dico lo stesso!) che le vitamine e le creme è necessario e fondamentale soprattutto acquisirle con ciò che mangiamo e non solo cercare di spalmarle sul viso per compensare magari una mancanza d’acqua (lo so che non bevete tutta l’acqua che dovreste bere!!!) oppure per evitare di far apparire il viso spento dopo la sagra della finocchiona! La butto sul ridere per cercare di far capire che le creme veicolano per quanto poco e aiutano sicuramente – alcune più altre molto meno – a mantenere in buono stato l’equilibrio idrolipidico dello strato più superficiale del derma… traduzione: a mantenere idratata e con la giusta quota di olii e ph (leggermente acido) la nostra pelle.

 

Bene per questo articolo è tutto donne,

Besitos e alla prossima!

e Buona Pasqua 😀

La crema viso perfetta… esiste davvero?

Ultimamente mi è capitato sempre più spesso di pensare ad uno “strumento” di bellezza che per me come per tante altre donne è fontamentale (o almeno dovrebbe) perché protegge dall’inquinamento contribuisce a mantenere l’idratazione all’interno del tessuto cutaneo, con il massaggio si stimola la produzione di collagene e acido jaluronico che sono elementi già presenti all’interno della nostra pelle.

Sto parlando della crema per il viso!

Pensate che l’azione di spalmarsi un unguento sulla pelle del viso e del corpo è un’azione davvero antichissima che dovrebbe risalire addirittura al mesolitico.

Esistono quelle che costano anche pochi euro e quelle che costano 13.000 dollari a confezione per soli 50 grammi di prodotto come “La Crème” di Shiseido uscita ormai qualche anno fa per il loro 140esimo anniversario in edizione super limitata (ne hanno prodotte solo 3 confezioni…chissà perché!)  una follia davvero alla portata di pochissimi!!!

crema shiseido
“La Crème” in tutto il suo splendore luccicante!

Ma a parte questi casi particolari, quanto vale la pena spendere per una crema o meglio quanto siamo disposte a spendere per una crema che ci promette dei “quasimiracoli”? Esiste la crema perfetta?

Innanzi tutto precisiamo alcune cose sugli ingredienti, la maggior parte delle creme che ho potuto consultare da un punto di vista ingredientistico che sono di fascia media o medio-alta, contengono al loro interno i tanto discussi (soprattutto nell’ultimo periodo) siliconi e oli minerali (paraffina, cera microcristallina, olio minerale e petrolati vari).

Ne è un esempio una crema piuttosto famosa. La non molto economica La Mer parte circa da 150 € per la più classica crema idratante per arrivare a superare i 250. Dovrebbe contenere un particolare tipo di alga che promette di rafforzare e idratare anche le pelli più aride e sensibili riducendone appunto l’ipersensibilità.

la mer

Ma diamo un’occhiata agli ingredienti:

seaweed extract, mineral oil, petrolatum, glycerin, isohexadecane,
lime extract, microcrystalline wax, lanolin alcohol, sesame oil,
eucalyptus oil, magnesium sulfate, sesame seeds, alfalfa seeds,
sunflower seeds, powdered almonds, sodium, potassium, copper,
selenium, calcium, magnesium, and zinc gluconate, paraffin, vitamin E
succinate, niacin, beta-carotene, decyl oleate, aluminum stearate,
octyldodecanol, citric acid, cyanocobalamin, magnesium stearate,
panthenol, methylchloroisothiazolinone, methylisothiazolinone,
denatured alcohol, fragrance

Al primo posto (quindi in ordine decrescente di quantitativo) troviamo questa famosa alga che sarebbe nientemeno che l’estratto di fucus. Subito dopo però troviamo olio minerale e petrolatum entrambi risultato della processazione del petrolio.

Non fraintendetemi. Sono ingredienti che generalmente sono ben tollerati dalla cute (altrimenti non li troveremmo nei nostri scaffali) soprattutto per molte persone con ipersensibilità ad ingredienti di origine naturale ma sono ingredienti davvero molto molto economici che sono presenti in dosi massicce all’interno di questa come altre creme ben più costose (proprio perché si trovano al secondo e terzo posto all’interno dell’INCI). Quindi forse tutto sommato… potrebbe costare anche un po’ meno no?

Altra crema mooolto costosa:

la praire

Eccola qui! Ben più cara della precedente La Mer (che a confronto mi sembra quasi un affare lasciatemelo dire!) la famosissima La Prairie. L’ho trovata sul sito Douglas alla modica cifra di €888,95 (eccola qui).

Ma perché costa così tanto ecco signori e signore, semplicemente perché contiene puro Platino, uno dei metalli più preziosi attualmente esistenti sulla terra.

Peccato che il platino sia a 16 posti dalla fine dell’inci e che questa crema contenga una delle liste più lunghe di ingredienti che abbia mai visto che non è necessariamente indice di qualità del prodotto, anzi spesse volte indica esattamente il contrario.

Ecco qui gli ingredienti:

Water, Butylene Glycol, C12-20 Acid PEG-8 Ester, Glycerin, Caprylic/Capric Triglyceride, Squalane, Coco-Caprylate/Caprate, Myristyl Myristate, C12-15 Alkyl Benzoate, Hydroxyethyl Acrylate/Sodium Acryloyldimethyl Taurate Copolymer, Mica, Potassium Cetyl Phosphate, Caprylyl Glycol, Tribehenin, Carbomer, Alcohol, Chondrus Crispus (Carrageenan), Hexylene Glycol, Polysorbate 60, Lecithin, Disodium EDTA, Sodium Hydroxide, Glycoproteins, Hesperidin, Glyceryl Acrylate/Acrylic Acid Copolymer, Ceramide 2, Carnosine, Sodium Hyaluronate, Polygonum Cuspidatum Root Extract, Biosaccharide Gum-1, PEG-8, Lactic Acid, Poloxamer 188, Panax Ginseng Root Extract, Tocopherol, Equisetum Arvense (Horsetail) Extract, Hematite Extract, Malachite Extract, Palmitoyl Oligopeptide, Ascorbyl Palmitate, Silybum Marianum Fruit Extract, Citric Acid, Ascorbic Acid, Polysorbate 80, Platinum Powder, Silver Oxide, Fragrance, Benzyl Alcohol, Linalool, Hydroxycitronellal, Alpha-Isomethyl Ionone, Amyl Cinnamal, Hexyl Cinnamal, Evernia Furfuracea (Treemoss) Extract, Geraniol, Benzyl Benzoate, Butylphenyl Methylpropional, Phenoxyethanol, Titanium Dioxide, Iron Oxides

Purtroppo temo che i mix di complessi minerali e gli attivi davvero efficaci siano talmente “in basso” nell’inci che non penso possano effettivamente giovare alla pelle. L’unica cosa che è ai primi posti dell’INCI che potrebbe davvero fare bene alla pelle è lo Squalane che non è olio di squalo (ahahah :)) ma semplicemente l’insaponificabile dell’olio d’oliva ovvero la sua parte più pregiata che è effettivamente un ingrediente costoso, tuttavia non giustifica comunque il prezzo folle!

Ora passiamo a creme che trovate negli scaffali dei comuni supermercati o nei negozi che vendono prodotti per la cura della casa e del corpo (Tigotà, La Saponeria, Lillapois ecc.).

Crema viso antietà Delidea Bio
Crema viso antietà Delidea Bio

Questa marca non è una marca molto conosciuta e non ne sento molto parlare nei vari siti e blog che seguo. Personalmente mi trovo benissimo con tutti i loro prodotti che hanno decisamente prezzi più accessibili e sono certificati con ingredienti biologici e packaging molto semplici per facilitare il riciclo degli stessi. Il prezzo della crema che vedete nell’immagine è di circa 15 euro o poco più.

Questi gli igredienti:

Aqua, Argania spinosa kernel oil*, Glycerin, Dodecane, Arachidyl alcohol, Balanites roxburghii seed oil, Macadamia ternifolia seed oil*, Arachidyl glucoside, Behenyl alcohol, Dipalmitoyl hydroxyproline, Sodium hyaluronate, Butyrospermum parkii butter*, Myristyl alcohol, Helianthus annus seed oil, Myristyl glucoside, Sclerotium gum, Xanthan gum, Squalene, Betasitosterol, Tocopherol, Dehydroacetic acid, Benzyl alcohol, Parfum°, Citronellol°, Linalool°.

Una lista di ingredienti molto ridotta, semplice e pulita con al secondo posto subito dopo l’acqua, il preziosissimo e antiossidante olio di argan che possiede delle proprietà riconosciute per la loro efficacia idratante e antietà. Non sono presenti nè siliconi nè petrolati molto economici che ne fanno sicuramente una crema ricca di proprietà nutrienti.

Ultima crema, altra proposta decisamente più economica e con la quale la mia mamma si trova personalmente benissimo (anche questa vira di più sull’azione antietà e rassodante).

crema viso trattamento intensivo
crema viso trattamento intensivo

Ecco la lista degli ingredienti:

Aqua [Water], Stearic acid, Ethylhexyl palmitate, Glycerin, Betaine, Butyrospermum parkii (Shea butter), Caprylic/capric triglyceride, Dicaprylyl carbonate, Simmondsia chinensis (Jojoba) seed oil, Cetearyl alcohol, Polyglyceryl-3 stearate, Sodium stearoyl lactylate, Argania spinosa kernel oil, Tremella fuciformis sporocarp extract, Ginkgo biloba leaf extract, Camelina sativa seed oil, Hydrolyzed olive fruit, Tocopherol, Algae extract, Tocopheryl acetate, Panthenol, Hydrolyzed wheat protein, Sodium PCA, Urea, Zinc PCA, Allantoin, Lysine, Lactic acid, Sorbitol, Olus oil [Olus], Parfum [Fragrance], Sodium gluconate, Benzoic acid, Dehydroacetic acid, Hexyl cinnamal, Limonene, Benzyl salicylate, Citronellol, Phenoxyethanol, Hydroxycitronellal, Ethylhexylglycerin.

Eccolo qui in tutto il suo splendore, come potete vedere anche qui ai primi posti troviamo la glicerina, il burro di karitè, l’olio di jojoba e molti altri potenti antiossidanti.

Su questa crema ho veramente poco altro da aggiungere, mia mamma si trova benissimo e continua a ricomprarla, il prezzo è onesto a mio avviso e spesso si trova in offerta o con uno scrub viso in omaggio nella confezione.

E voi? Preferite comunque affidarvi alle profumerie oppure entrate a comprare nel primo supermercato la vostra crema di fiducia?

 

Un bacio

Debora

 

 

Pelle al top per l’estate!

Ciao a tutti, come promesso il post sui prodotti che uso attualmente per la cura del corpo!

Allora cominciamo subito! Avrete forse capito che per me è molto importante idratare la pelle e tenerla curata soprattutto in questo periodo in cui le belle giornate sono sempre più frequenti e magari si comincia già a prendere un po’ di tintarella (era ora!), è importante che la pelle sia idratata, esfoliata e mani e piedi siano ben curati! 
Vi racconto quindi quali sono i passaggi e i prodotti che uso attualmente dalla doccia alle creme! ♥ 
Bagnoschiuma! Per molti di voi potrà sembrare banale ma la scelta de bagnoschiuma non è cosa da trascurare come vi avevo già anticipato ce ne sono alcuni che possono risultare troppo aggressivi per la nostra pelle. 
Io uso questo qui della marca Omia! Sarebbe meglio quello della stessa marca all’Aloe vera perché tutta la linea all’aloe di questo marchio è certificata bio ma questo ha comunque un INCI accettabile! Per lavarmi e fare una bella schiuma poi uso sempre una spugna che ormai si trova dappertutto a pochi euro!
È una loofa (pron. “Lufa”) che esercita una leggera azione esfoliante e parrebbe anche aiutare a combattere gli inestetismi cutanei (impurità di vario genere e cellulite!) Io mi trovo molto bene per due motivi: fa una schiuma pazzesca anche con poco bagnoschiuma e poi proprio grazie all’azione esfoliante che esercita ( ma assolutamente non aggressiva) aiuta poi l’assorbimento della crema corpo.

La prima è della linea Viviverde della Coop, costa pochissimo ha un profumo pazzesco, idrata molto bene e dulcis in fundo… è biologica, cosa volete di più? La uso su tutto il corpo tranne che sulle gambe dove uso invece quella con il barattolo rosa della kiko! È stata una piacevole scoperta questa della kiko perchè di solito i loro prodotti per il corpo e per il viso hanno Inci… che fa un po’ schifio…! Invece questa no, ha un inci accettabile e contiene anche qualche estratto vegetale carino, si assorbe in fretta e ha un profumo che mi ricorda molto l’anguria, l’ho pagata all’incirca 12 € centesimo più o centesimo meno! 🙂 
(La prima l’ho trovata alla Coop. INCI: AQUA,  HELIANTHUS ANNUS HYBRID OIL, GLYCERIN,  CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER, GLYCERYL STEARATE CITRATE, CETEARYL ALCOHOL, SIMMONDSIA CHINENSIS SEED OIL, GLYCERYL STEARATE, SODIUM CETEARYL SULFATE, BAMBUSA VULGARIS LEAF EXTRACT,  CITRUS PARADISI FRUIT EXTRACT,  LACTID ACID, XANTHAN GUM, CHONDRUS CRIPUS EXTRACT,  DISODIUM PHOSPHATE, LECITHIN, ASCORBYL PALMITATE,  TCOPHEROL,  PARFUM, SODIUM BENZOATE. 
INCI CREMA KIKO: AQUA,  ISOPROPYL MYRISTATE, GLYCERIL STEARATE SE, PROPANEDIOL, ETHYLHEXYL STEARATE,  CAFFEINE, DICAPRYLYL CARBONATE, FISETIN, RASPBERRY KETONE, SPHACELARIA SCOPARIA EXTRACT,  ESCIN, BETA-SITOSTEROL, PHOSPHOLIPIDIS, ACHILLEA MILLEFOLIUM OIL, GLYCERIN,  TOCOPHERYL ACETATE,  PRUNUS AMIGDALUS DULCIS OIL, SIMMONDSIA CHINENSIS SEED OIL, SODIUM POLYACRYLATE, ISOPROPYL PALMITATE,  MYRISTYL MYRISTATE, DICAPRYLYL ETHER, CETEARYL ALCOHOL, ALUMINIUM STARCH OCTENYLSUCCINATE, ACRYLATES/ VINYL ISODODECANE CROSSPOLYMER,  CPRYLYL GLYCOL, PARFUM,  DIPROPYLENE GLYCOL, SILICA DIMETHYL SILYLATE, SODIUM HYDROXIDE, TRITICUM VULGARE GERM OIL, BENZOTRIAZOLYL DODECYL P-CRESOL, D-LIMONENE, BHT, PHENOXYETHANOL, ETHYLEXYLGLYCERIN,  CAPRYLHY-DROXAMIC ACID, SODIUM BENZOATE, CI 16035 (RED 40), CI 42090 (BLUE 1). )
Siamo arrivati al deodorante… purtroppo è difficile trovare un deodorante che sia il più possibile naturale e anche efficace nell’eliminare eventuali cattivi odori! Questo ha un buon profumo ed è molto fresco e “leggero”, non contiene sali d’alluminio che sono dannosi e neanche siliconi, paraffina e schifezze varie. È molto importante che il deodorante che mettiamo in una zona così delicata e sensibile sia altrettanto delicato e sensibile a livello di ingredienti! Le ascelle sono una zona in cui passano molte ghiandole che con i prodotti sbagliati possono infiammarsi e creare problemi anche grossi (ci sono alcuni ingredienti che su un individuo già predisposto potrebbero addirittura favorire l’insorgenza di un cancro!!!!!) E non pensate che i prodotti prescritti da un dermatologo siano necessariamente privi di queste sostanze, purtroppo non è detto! (Questo deodorante l’ho trovato al CAD. INCI: AQUA, POTASSIUM ALUM, GLYCERIN,  PARFUM,  ALPHA-ISOMETHYL IONONE, BENZYL SALICYLATE, CITRONELLOL,  COUMARIN, HYDROXYCITRONELLAL.)
E dopo questa “piccola” parentesi (eheheh!) Torniamo a noi con un prodotto favoloso siori e siore il Bicarbonato di Sodio! No non voglio prepararmi un digestivo! ( :P) io il bicarbonato lo metto nella vasca quando voglio concedermi un bagno rilassante, ne metto quanto basta ovviamente, non tutta la confezione e magari aggiungo un po’ di gocce di olio essenziale di lavanda *.* (che buono!) Il bicarbonato lascia la pelle molto morbida (si trova dapperttutto) ma se voglio proprio fare le cose in grande, appena esco da vasca, senza asciugarmi spalmo un po’ di olio essenziale al cocco monoi! 
Quest’olio ha un profumo paradisiaco per chi ama il cocco! Mi fa venire in mente hawaii e collane di fiori e gonnelline di paglia! A parte gli scherzi è veramente idratantissimo aiuta molto a combattere le smagliature e le punte secche dei capelli! Un toccasana! Ricordatevi che l’olio di cocco ha la proprietà di solidificarsi alle temperature inferiori ai 23-25 gradi centigradi! È semplicemente una sua peculiarità ma questo non ne pregiudica la qualità!  Basterà scaldarlo qualche minuto a bagnomaria oppure prelevarlo solido e scaldarlo tra le mani. ( l’ho trovato da Tigotà. INCI: COCOS NUCIFERA OIL, GARDENIA TAHITENSIS FLOWER EXTRACT, PROFUMO, TCOPHEROL.)
Bene ragazzi, questo è tutto! 
Spero di esservi stata utile in qualche modo edi avervi dato qualche spunto per gli acquisti futuri! 
Ciaooooo! 

Scrubbiamo via lo stress!

Sono tornata,

Finalmente dopo tanto tempo con un nuovo post!
Spero che le vostre vacanze di Pasqua siano andate bene e che vi siate divertiti con i vostri cari!
Parliamo stavolta di uno scrub che faccio spesso e volentieri per il corpo, il viso, le mani ecc.

Gli scrub che esistono in commercio troppo di frequente contengono schifezze di vario genere: tra conservanti troppo aggressivi, siliconi e paraffina, finiamo per accumulare ancora più impurità sulla nostra pelle che quindi si ostruisce e ci causa gli odiatissimi brufoletti, punti neri e grani di miglio!

Per questo scrub occorrono pochissimi ingredienti che presumo tutti abbiano in casa e se non li avete… al supermercato si reperiscono in un batter di ciglio:

Eccoli qua cominciamo: un cucchiaio di zucchero che sarà l’ingrediente che farà il lavoro meccanico di esfoliazione: 
Un cucchiaio di aceto di mele che ha proprietà schiarenti per macchie dovute al sole o all’acne e che ha il potere di ripristinare il giusto ph della pelle, indebolito a causa della durezza dell’acqua in termini di calcare e del ph troppo basico di alcuni bagnoschiumi che comunemente si usano. Per questo motivo a volte sentiamo la pelle molto oleosa e grassa: il sudore è acido e se la pelle del nostro corpo sente di essere stata trattata troppo a a lungo e troppo spesso con agenti basici, cerca di ripristinarsi da sola sudando e/o producendo sebo. Aggiungendo l’aceto otterremo il bilanciamento che cerchiamo.
Un cucchiaio di miele: che ve lo dico a fare? Ho scritto un po’ di tempo fa un post lungo un chilometro sulle proprietà del miele! Ma per riassumere dico solo: idratazione, proprietà antibatteriche, è ricco di polifenoli che contrastano l’invecchiamento cutaneo. Contiene anche una quota di perossido di idrogeno ( il nome scientifico dell’acqua ossigenata) e quindi dovvrebbe anche essere utile a disinfettare le piccole abrasioni della pelle, oltre ad avere proprietà cicatrizzanti. Una bomba insomma! 
Un cucchiaio di olio extravergine di oliva: è ricco di Vitamina E che contrasta i radicali liberi,  Vitamina A che previene e contrasta la secchezza delle mucose ed è pieno di acidi grassi insaturi che prevengono i disturbi della pelle come eczemi, psoriasi, acne e pelle secca in generale. Mescolate bene il tutto: dovrebbe venirvi più o meno così: 
Massaggiate lo scrub su tutto il corpo a lungo e non troppo vigorosamente. Ricordate che anche se avete la pelle molto grassa vi suggerisco di non farlo per più di tre volte a settimana. Piuttosto sostituite i vostri bagnoschiumi e le vostre creme per viso e corpo… potrebbero essere loro la causa delle impurità sulla vostra pelle! Vi garantisco che noterete i miglioramenti!!! 
Questo scrub lascia la pelle morbida ed idratata a patto che non mettiate troppo olio… la pelle in quel caso potrebbe ungersi un pochino! Queste dosi a me bastano e avanzano per tutto il corpo compreso il viso ma se siete alte due metri (beate voi) sentitevi libere di aumentarle!! 😉 
Il prossimo post sarà sui prodotti per il corpo che mi stanno piacendo molto al momento e che hanno un buon inci! 
Con questo credo di avervi detto tutto! 
A presto,
Debbi ♥ 

SILICONI… CHE SCHIFEZZA!

Buongiorno a tutti,

come promesso ecco qui il post sugli odiatissimi SILICONI!
Innanzitutto partiamo col capire cosa sono i siliconi e come agiscono.
I siliconi sono ingredienti di origine chimica, poco costosi (e oltretutto scadenti), che vengono impiegati dalle aziende cosmetiche per evitare costi troppo elevati che di solito risulterebbero ad esempio comprando olii vegetali (pregiati o meno pregiati).
I SILICONI possono trovarsi DAPPERTUTTO: dagli shampoo e balsami, alle creme (viso e corpo), dagli olii per il corpo (che di solito sono a base di paraffina liquida, vedere post precedente), alla cera depilatoria… e soprattutto nel fondotinta! Ma come agiscono? Molto semplicemente a dirla tutta! I siliconi creano una specie di pellicola sulla nostra pelle, una sorta di barriera, se vogliamo, che impedisce alla pelle di “respirare” ostruendo i pori, favorendo l’insorgenza di impurità. Sì, perché se sulla pelle c’è questa fatidica pellicola, le impurità che normalmente durante il giorno vengono fuori (ad esempio  il sebo) rimangono sotto la coltre di fondotinta, o cipria o crema per il viso e a fine giornata, per quanto meticolosamente possiamo struccarci prima di andare a dormire (passaggio fondamentale anche se si utilizzano abitualmente cosmetici eco-biologici), i siliconi sono “duri a morire” ovvero, una volta che sono stati spalmati sulla pelle, si insediano nei pori e lì rimangono anche se usiamo uno struccante super potente (che magari è anche quello a base di siliconi…Alè!!).
Diffidate da chi vi fa credere che i siliconi sono ingredienti di origine naturale, non è assolutamente vero e gira voce che vengano messe nei prodotti cosmetici per spingerci a comprare sempre più fondotinta per coprire i brufoli che vengono fuori proprio dall’utilizzo del fondotinta stesso, come se non bastasse, questi odiosi ingredienti, causano la dilatazione dei pori della pelle, che diventano sempre più visibili e difficili da far restringere!
Diffidate anche da chi vi fa credere che più una crema è costosa, più è sana! Non c’è nulla di più falso! Anche i prodotti di Chanel, YvesSaintLaurent, Lancome, Givency e chi più ne ha più ne metta sono zeppi di siliconi: una vera e propria truffa considerando il fatto che, come sopracitato, i siliconi hanno un costo veramente irrisorio per le aziende cosmetiche… facendo un rapido calcolo lascio a voi la deduzione del loro guadagno con la sola vendita di un vasetto di crema (FOLLE!). Dulcis in fundo, perché non ci bastava tutta questa schifezza, i silicono INQUINANO DA MORIRE! Dunque se a casa avete dei prodotti con all’interno i siliconi, non buttateli nel tubo di scarico del lavandino perché inquinano e poi è peccato buttare così un prodotto per cui avete speso dei bei soldini.
Ora veniamo finalmente ai nomi più comuni con cui possiamo riconoscere questi malefici nell’INCI:
  • CYCLOPENTASILOXANE
  • DIMETHICONE
  • AMODIMETHICONE
  • TRIMETHICONE
  • TRYSILOXANE
quindi in generale, tutti quegli ingredienti che finiscono in -ONE sono siliconi, anche se c’è un’altra parola in mezzo, prima o dopo, non significa che siano meno dannosi, restano sempre dei siliconi! Ingredienti scadenti, poco costosi e dannosi (come del resto lo è la paraffina che spesso si trova in un’accoppiata vincente con i suoi amichetti malefici).
Bene!
Con questo credo di aver detto tutto su questi dannosissimi ingredienti! 
Come sempre spero che questo post vi sia stato utile!
Ciaoooooo! 🙂

Vi presento uno dei miei migliori amici!!!

Buona sera a tutti!

Oggi voglio parlarvi di un preziosissimo alleato di bellezza che rende la pelle liscia, soffice e purificata e che, se usato con una cadenza regolare, regala una pelle di pesca! Sì è davvero miracoloso ma non sto parlando dell’ultimo scrub ritrovato della scienza, magari super costoso e pieno di schifezze come siliconi e paraffina che invece di migliorare la situazione della pelle, a lungo andare, la peggiorano.

Sto parlando del miele.

Eh già! Preziosissimo alleato per combattere le infezioni essendo anche (tra le tante proprietà che possiede) un potente antibatterico: lo usavano tantissimi anni fa addirittura gli egizi per evitare che le ferite si infettassero e guarissero più in fretta!
Ma quello che non tutti sanno (forse) è che può ricoprire un ruolo fondamentale anche e soprattutto nella cosmesi.
Come?
Ho già anticipato sopra che è un potente antibatterico e che, quindi, per chi ha la pelle mista (come me) o grassa ma anche, perché no, secca è un alleato molto speciale.
Io lo uso principalmente come scrub per il viso e per il corpo.
Per il viso miscelo un cucchiaino da caffè scarso di miele di acacia con mezzo cucchiaino di zucchero di canna (quello semolato bianco va benissimo); lo applico sul viso appena inumidito massaggiando dolcemente per circa un minutino (di più se sento che la mia pelle è più oleosa del solito) insistendo sulla zona T e intorno al naso.
Mi raccomando, se lo provate evitate il contorno occhi, è pur sempre uno scrub e la zona perioculare è sempre molto delicata
A questo punto sciacquo bene con acqua tiepida e tampono (non strofinate il viso vi prego) con un asciugamano. Fatto! Vi assicuro che la pelle è super liscia e morbida e non tira come fanno alcuni scrub che ci sono in commercio perché il miele ha anche proprietà idratanti
Lo faccio più o meno una volta a settimana e vedo la differenza sulla mia pelle. Questo semplicissimo scrub va benissimo anche per esfoliare le fastidiose pellicine che si possono formare in inverno sulle labbra per via del freddo, non le secca e rimangono perfette!
In ogni caso non esagerate con questo metodo. L’ esfoliazione del viso e del corpo va fatta al massimo per due volte alla settimana anche se avete la pelle molto oleosa! 
Si può usare anche semplicemente come maschera sul viso, da solo per circa un quarto d’ora/venti minuti, io lo applico con le dita prelevandone un pochino con un cucchiaino dal barattolo. Non vi preoccupate per la consistenza strana che sentirete sul viso, si toglie tutto perfettamente quando lo sciacquate con acqua tiepida. 
Solo un piccolo accorgimento: tiratevi su i capelli meglio che potete altrimenti se vi si appiccicano al viso sarà un po’ difficile sciacquarli a meno che dopo la maschera non li dobbiate lavare!!! 
Un ultimo utilizzo che ne faccio io (ma ce ne sarebbero molti altri!) è quello per il co-wash. Ve ne parlo solo molto brevemente ma dedicherò un post a parte per questo metodo di lavaggio dei capelli.
Metto la quantità di balsamo (che deve essere molto liquido) necessaria per i miei capelli in una scodellina, aggiungo uno o due cucchiai belli pieni di zucchero di canna e uno scarso di miele.
Massaggio sui capelli per almeno un quarto d’ora e sciacquo con abbondante acqua tiepida. Il miele darà un prezioso aiuto a far staccare dal cuoio capelluto lo sporco mitigando l’azione esfoliante dello zucchero di canna e idratando molto.
Spero che il post di oggi vi sia piaciuto e spero che vi servirà da spunto per documentarvi un po’ di più sulla miriade di usi del miele e dei prodotti di Madre Natura in generale.
Ciao Ciaoooo
Debby