certificazioni, filtri solari., http://schemas.google.com/blogger/2008/kind#post, icea, INCI, mare, protezione, solari, Sole, spf, sun, uva, uvb

Recensione solari OMIA

Ciao a tutti!
Ormai manco da un bel po’ ma come scusante ho le vacanze e che sto cercando di laurearmi nei tempi stabiliti (una faticaccia!!!).
Oggi voglio farvi la recensione dei solari di cui vi avevo parlato nel post precedente sull’esposizione al sole (lo trovate qui!).

I solari in questione sono della Omia! Uno con spf 30 e uno con spf 20! Li ho trovati in un supermercato della mia città, hanno un buon inci e anche la prestigiosa certificazione ICEA (garanzia importante per i prodotti che si dichiarano eco-bio).
Vi dò anche un’altra informazione che penso possa farvi piacere: siccome ho avuto un po’ di difficoltà a trovare questi solari, ho chiesto delucidazioni al servizio clienti della OMIA mandando un messaggio nell’ apposito spazio che si trova sul loro sito scrivendo il cap della mia provincia. La persona che mi ha risposto è stata solerte e gentile e mi ha indicato con precisione tutti i posti in cui mi sarebbe stato possibile reperire i loro prodotti quindi molto bravi ci tenevo a specificarlo in questo post!

Veniamo alla recensione vera e propria, ovvero come mi sono trovata io personalmente
Mi sono piaciuti si e no ve lo dico subito e adesso vi spiego anche il perché! Solitamente i solari che contengono solo filtri fisici all’interno e non anche filtri chimici potrebbero prima di tutto non proteggere benissimo dal sole (ma non è questo il caso non vi preoccupate) e poi potrebbero risultare molto più difficili da spalmare in quanto lasciano una notevole quantità di scia bianca. I solari in questione fanno il loro lavoro eh! Proteggono bene (io non mi sono mai scottata anche se ho la carnagione olivastra ed è difficile che mi scotti) però ecco li ho trovati un po’ difficili da spalmare proprio per la mancanza di questi filtri chimici nella formula e anche un pochino grassi! Sulla confezione è indicato nelle istruzioni per l’uso di agitarli bene prima di applicarli infatti sono molto liquidi e se non li agitate bene tendono a separarsi. 
Ho avuto modo di testarli bene (sono stata al mare per un po’ di giorni) e devo anche aggiungere che sono difficili da lavare a fine giornata! Proprio per la presenza in formula di olii e burri vegetali (tutti ingredienti molto buoni e preziosi) erano un bel po’ difficili da fare andare via anche lavandosi bene con un bagnodoccia che fa molta schiuma e quindi mi sentivo la pelle un pochino untuosa. Quindi se vi dà fastidio la sensazione tenetene conto!!! 
In ogni caso proprio perché c’è bisogno di spalmarli molto bene, non ne serve una grossa quantità, anzi ne basta proprio pochissima. 
Se dovessi dare un voto a questi solari quindi darei un 7 meno! Sono molto buoni gli ingredienti presenti in formula e apprezzo molto il fatto che la OMIA sia riuscita ad ottenere la certificazione ICEA per questi solari ma purtroppo sono un po’ difficili da spalmare perchè contengono solo filtri fisici e su pelli un po’ più chiare e sensibili potrebbero non risultare così efficienti nel proteggere la pelle ma ovviamente non posso assolutamente confermarlo in quanto non ho un fototipo chiaro.
Io spero che questo post vi sia stato utile! 
Un bacione ciaoooo! 🙂
creme, http://schemas.google.com/blogger/2008/kind#post, mare, protezione, scottature, spiaggia.

A a a a… abbronzatissima!

Oggi voglio parlarvi di un argomento che mi sta molto a cuore! L’abbronzatura sicura! Come ogni anno abbiamo voglia si prendere un po’ di colore e perdere quello che rimane del grigiore invernale e come ogni anno ci precipitiamo in spiaggia con qualche lampada di troppo e qualche pretesa di colore immediato uniforme e scurissimo… beh forse pretendiamo un po’ troppo dal nostro corpo! 
Non fraintendetemi! Il sole è un nostro grandissimo alleato! È quando ci esponiamo al sole che il nostro corpo produce vitamina D fondamentale per l’assimilazione di calcio! In più se abbiamo la fortuna di andare al mare possiamo respirare a pieni polmoni l’aria satura di iodio che consentirà al nostro corpo di liberarsi da quello che resta dei malanni stagionali!
Il guaio sono le radiazioni solari! Se si chiamano radiazioni vi assicuro che un motivo c’è! Radiazioni fanno subito pensare al nucleare e a cose orrende… in effetti non sono proprio salutari ecco perché nascono le creme con schermo solare di tutti i tipi (protezione Uva Uvb e Ir che sarebbero gli infrarossi).
Gli UVA sono quelli che non producono danni nell’immediato ma hanno effetti a lungo termine sul derma: sono causa di melanomi e macchie cutanee e favoriscono il foto invecchiamento. 
Gli UVB sono potenzialmente i più dannosi e cancerogeni degli UVA  ma attivano il metabolismo della Vitamina D. 
Ce n’è poi un altro tipo che sono gli UVC che sono le radiazioni più pericolose ma fortunatamente siamo protetti dallo strato di ozono (ecco perchè è così importante rispettare l’ambiente!). Questi ultimi producono calore ma non arrivano al suolo! 
Ecco allora i miei consigli non solo per non scottarsi ma proprio per evitare di ritrovarsi a fine estate con spiacevoli sorprese: 
1) cominciare già da qualche settimana prima di mettersi al sole a fare uno scrub sulla pelle per non spellarsi e per evitare di spalmare la crema solare su impurità e pelle “vecchia”, mangiare tanta frutta e verdura di stagione che aiuta a sopportare meglio l’afa e a difendersi dalle radiazioni perché favorisce la produzione di melanina! BERE TANTA TANTA ACQUA SOPRATTUTTO IN SPIAGGIA! 
2) se si va in posto particolarmente caldo ( ad esempio i tropici dove l’intensità del sole è maggiore) assumere integratori specifici almeno un mese prima della vacanza! Aiutano moltissimo! 
3) scegliete la protezione solare in base al vostro fototipo: avete la pelle chiara che fa tante macchie appena vi esponete? Avete bisogno di una protezione 50 e anche quando avete preso un po’ di colore non vi consiglio di scendere sotto un spf 30! Anche se siete scuri avete bisogno di una protezione adeguata! Per i primi giorni non scendete sotto un spf 30 poi potete cominciare a scendere!  
4) avete cicatrici, scottature, o nei che volete proteggere meglio? Su quella zona usate un spf 50 o 50+! Quest’anno di alcune marche si può trovare anche la 100! 
5) MAI, MAI E POI MAI ESPORSI AL SOLE DALLE 12:30 ALLE 16:00! È un orario pericolosissimo per le scottature, il cancro e il foto invecchiamento! Io personalmente non riesco a sopportare il caldo di quelle ore! In più se avete casi in famiglia di vene varicose dovete stare attentissimi all’esposizione al sole durante queste ore mantenendo bassa la temperatura corporea con docce fresche ripetute alternando i momenti di esposizioni a momenti di riposo all’ombra! 
6) veniamo alle creme vere e proprie! È difficile trovare creme eco-bio da supermercato ma cercando un po’ in giro ne ho trovate della Omia Laboratories al supermercato!  

7) l’olio solare! Ecco l’olio solare da mettere sulla pelle non dovrebbe nemmeno essere messo in commercio per quello che mi rigurarda! L’olio se spalmato sotto il sole letteralmente frigge la vostra povera pelle! L’olio vegetale va messo SOLO ed esclusivamente sui capelli! Qui fa bene e protegge dal sole da vento e dalla salsedine! 
Bene ragazzi io spero di esservi stata utile, di avervi chiarito qualche eventuale dubbio e soprattutto di aver diffuso il messaggio che con il sole non si scherza perché va bene volere un colorito più salutare ma non dobbiamo pensare che friggendoci la pelle le persone attorno a noi ci troveranno automaticamente più attraenti e desiderabili! Innanzitutto dobbiamo farlo per noi e se lo facciamo per noi dobbiamo farlo in modo da volerci bene e non volerci male! 
Ciaooo! 🙂