Recensione Desert Dusk palette di HudaBeauty

Ciao a tutti! 🙂 come promesso ecco gli swatches nel dettaglio della Desert Dusk di Huda Beauty.

Come anticipavo nel video i colori sono tutti molto intensi compresi opachi, metallici e glitter pressati.

Desert-Dusk_palette

Questi sono tutti i colori opachi presenti nella palette:

Dal polso verso il gomito ci sono: Desert Sand, Musk, Eden,Amber, Oud, Amethyst, Saffron e Blazing.

Desert Sand lo uso sempre per fissare il primer sulla palpebra, ha una texture molto sottile e permette di fissare il primer senza rendere l’applicazione dei successivi ombretti “scivolosa” e polverosa.

Musk è l’unico colore opaco della palette dal sottotono freddo, forse avrei preferito che fosse un po’ più marroncino e non così grigio in modo tale da uniformarsi meglio con tutto il resto dei colori nella palette.

Eden è un altro dei miei opachi preferiti, lo uso praticamente sempre subito sopra la piega dell’occhio come colore di transizione per sfumare meglio tutti quelli che applico dopo, davvero carino perché anche questo si sfuma molto bene senza macchie di colore.

Amber colore marrone caldo quasi terra di siena bruciata, perfetto per intensificare Eden nella piega.

Oud penso che sia il colore più scuro nella palette, un marrone molto intenso e davvero bello. Nonostante l’intensità è molto facile da sfumare (ma lo sono tutti gli ombretti)

Amethist è l’unico colore che non è molto pigmentato e un po’ “granuloso” quasi, ho dovuto fare tre passate per farlo vedere bene, il vantaggio è che quando lo applicate sulla palpebra non è polveroso e quindi non cade sulla guancia e si sfuma molto bene.

Saffron anche questo stupendo, è la descrizione perfetta per questo colore zafferano super intenso.

Blazing a volte lo uso direttamente nella piega dell’occhio in maniera molto molto leggera e poi applico Angelic su tutta la palpebra per un look super naturale.

IMG_2724

Tutti i colori opachi di questa palette sono molto modulabili, più applicazioni eseguite più sono intensi, meno ne fate più l’effetto sarà naturale.

Passiamo ai colori metallici/satinati, scrivo così perché non so bene come definirli, sono una via di mezzo.

Il primo a partire dal polso verso il basso è:

Turkish Delight sono stupitissima dall’intensità di questo colore super metallizzato e pieno alla prima passata, perfetto se volete uno smokie carico.

Royal, se c’è un colore che devo scegliere in questa palette che forse mi piace leggermente meno degli altri è questo, non perché sia brutto ma perché mi aspettavo un sottotono più caldo e non così freddo, per il resto è comunque bellissimo.

Blood Moon: anche questo è un colore che uso molto spesso applicato su tutta la palpebra.

Cashmere, un color tortora chiaro metallizzato con riflessi dorati.

Angelic, colore delicato ma pieno alla prima passata perfetto se volete un look minimal con poco sforzo.

IMG_2723

Se volete come dicevo nel video potete utilizzare una colla per glitter per tutti gli ombretti che volete rendere ancora più intensi con zero fall out, anche se per questi non è obbligatorio secondo me.

Questi ultimi li ho swatchati tutti con una colla per glitter invece perché ritengo che per questi sia necessario. Sono più che altro ombretti top coat se li volete usare senza colla.

(sempre dal polso verso il basso)

Nefertiti, questo è molto glitteroso se usato senza colla ma sempre molto bello.

Twilight questo è in assoluto il colore della palette che preferisco, fa un effetto stupendo sull’occhio e ultimamente sono abbastanza fissata con gli ombretti duochrome dai sottotoni viola perlati.

Celestial che è molto simile a Nefertiti ma più pieno e intenso.

Angelic (lo swatchato due volte per farvi vedere la differenza tra base per glitter e primer normale).

Cosmic, questo non l’ho ancora usato sulla palpebra ma penso sia un bellissimo glitter pressato (perché non è un ombretto c’è proprio scritto sulla confezione).

IMG_2729

In generale adoro questa palette, penso sia stata un ottimo acquisto che rifarei perché adoro i colori caldi per tutte le stagioni e in generale penso che stiano bene un po’ a tutti.

Per chi non lo avesse visto lascio il link al mio primo video su YouTube dove vi mostro la palette: https://www.youtube.com/watch?v=CUcP0loLWmU

E voi? La comprereste? Ci state pensando?

Spero che le mie impressioni sulla palette e le descrizioni e swatches dei colori vi possano essere d’aiuto per un eventuale futuro acquisto se ci state pensando (o anche se non ci state ancora pensando!) 🙂

Un bacio e al prossimo post!

Debora

 

Correttori economici quali scegliere secondo me (no fuffa)

Buongiorno a tuttiiiii!

Oggi nuovo post che spero troviate interessante. Un paio di post fa ho parlato dei fondotinta da “drug store”, quindi fondotinta a buon prezzo che trovo molto validi trovi il post qui e oggi ho deciso di scrivere la versione correttori.

Premetto che questi correttori mi piacciono tutti per motivi diversi (alcuni più altri meno), quindi patiamo subito:IMG_2673

Il primo correttore di cui parlerò è il Liquid Camouflage di Catrice:

IMG_2675

Questo correttore ha una consistenza non troppo liquida e si stende abbastanza bene,lo picchietto sempre con una spugnetta bagnata simil beauty blender per fare in modo che si sfumi bene, non è super super coprente quindi sinceramente ne uso abbastanza per coprire le occhiaie, purtroppo come sempre non c’è molta scelta per le tonalità (sono solo 3) quindi quella che vedete in foto nonostante sia la più scura cioè la numero 020 light beige) è forse leggermente troppo chiara per la mia carnagione per riuscire a correggere le discromie scure, dovrebbe essere leggermente più calda, in ogni caso non mi dispiace se lo fisso subito con la cipria non si muove e rimane per parecchie ore anche se non penso che sia addirittura water proof come c’è scritto sulla confezione.

Sul sito kosmetik4less costa 3,45 euro e penso che sia più che valido per quello che costa, soprattutto per chi ha la necessità di truccarsi tutti i giorni ma non vuole spendere troppo per un correttore per le occhiaie (essendo abbastanza idratante questo correttore non è adatto per coprire brufoli arrossati o imperfezioni abbastanza evidenti). 

Il secondo correttore è lo Stay all day concealer di Essence Cosmetic:IMG_2677

Sulla confezione c’è scritto che dovrebbe durare 16h… vi anticipo già che non è così, purtroppo dura meno. Nonostante lo abbia fissato con la cipria di RCMA quella incolore e abbia fatto un leggero baking per mantenere il tutto intatto per più tempo possibile, un pochino durante la giornata il correttore si era un po’ spostato. La coprenza per il prezzo non è affatto male, l’unico problema è che, essendoci sempre pochi colori tra cui scegliere, questo è sempre un po’ troppo chiaro per la mia carnagione e ho notato che ingrigisce leggermente sotto l’occhio.

Il prezzo è di 2,45 euro e io ce l’ho nella tonalità numero 10 Natural Beige. Tutto sommato anche questo un buon correttore se avete la pelle più chiara della mia. Per il prezzo va bene se volete un effetto molto naturale ma dovete ricordarvi di fissarlo bene con la cipria.

Il terzo correttore è L’Accord Parfait di l’Oreal:img_2678.jpg

Questo l’ho comprato circa due settimane fa da Tigotà, era in offerta a circa 4 euro con il 40% di sconto, dato che volevo provarlo da tanto non ho perso troppo tempo a pensare se acquistarlo oppure no, questo ha una consistenza che è simile a quella dei due precedenti ma il colore si avvicina di più alle mie tonalità e soprattutto dura di più se fissato con una cipria, devo dire però che l’applicatore è un po’ scomodo perché non preleva abbastanza prodotto (forse non ve l’ho detto ma uso parecchio correttore! ;)).

Contiene 5 ml di prodotto e a prezzo pieno costa circa 8 euro, quindi non proprio super economico come gli altri due ma più performante, purtroppo nonostante costi di più rispetto ai precedenti correttori, le tonalità disponibili non sono di più, sono sempre tre, questo mi spiace molto perché i “drugstore” americani hanno più o meno i nostri stessi brand ma con molte più tonalità!

Il quarto correttore è l’Age Rewind di Maybelline:img_2679.jpg

Questo presumo lo conosciate un po’ tutte perchè fino a qualche anno fa era un correttore molto chiacchierato. Infatti per il prezzo che ha copre veramente bene le discromie sotto gli occhi, si sfuma bene, è idratante e contiene attivi anti età che lo rendono molto apprezzato anche dalle pelli un po’ più mature. Lo sfumo sempre con la spugnetta e poi lo fisso con un leggero baking. Quando l’ho provato per la prima volta ormai diversi anni fa non mi era piaciuto (semplicemente perchè lo applicavo con le dita e poi non lo fissavo con la cipria… diciamo che non sapevo ancora dell’esistenza dei penelli!).

La spugnetta integrata nel correttore per l’applicazione crea un po’ di disordine a lungo andare perché non si può smontare senza romperla e secondo me colleziona un po’ di batteri anche se in realtà non ho mai avuto alcun problema di reazioni sulla pelle.

Il presso da Tigotà è di 8,95 euro, il mio è nella colorazione Nude ed è già il terzo o quarto che ricompro, mi piace davvero molto, però tenete conto che avendo solo due tonalià sarà un po’ difficile avvicinarsi alla vostra carnagione se siete molto scure o molto chiare.

L’ultimo correttore ma non per ordine di importanza è il Full Coverage Concealer di Kiko:IMG_2680

Anche questo molto conosciuto (sul sito di kiko attualmente ci sono 612 recensioni). Questo correttore non lo uso per le occhiaie perché è decisamente troppo pastoso per essere applicato su una zona così delicata come quella delle occhiaie (e per questo motivo non lo ritengo per nulla adatto per le pelli più mature), infatti lo uso con un pennellino piccolo sintetico per delineare la forma delle mie sopracciglia dopo averle disegnate con la matita o il brow pot di Nabla. Per questo scopo mi ci trovo davvero molto bene, per quanto riguarda la copertura dei brufoli non so dirvi perché secondo me come vedete dalla foto non è molto coprente (ho un’altra idea di coprenza francamente!).

Il fatto è che questo correttore lo apprezzo forse di più di tutti i precedenti per il semplice fatto che il prezzo è di 7,50 euro e Kiko ha ben 8 referenze colore. Quindi ritengo che sia un prezzo più che onesto inoltra la confezione comprende anche un pratico specchietto! 😉

Ecco qui completata la panoramica sui correttori che possiedo e che vi consiglio di provare. Riassumendo i miei preferiti citati in questo post sono l’Accord Parfait di l’Oreal, l’Age rewind di Maybelline e il Full Coverage Concealer di Kiko. 😉

Come sempre se avete qualche raccomandazione da farmi per qualche correttore economico che vi è piaciuto aspetto i vostri commenti sotto al post! 🙂

Un bacione e a presto! 🙂

 

 

Kiko Limited edition Fall 2.0 collection: vale la pena?

Avendo lavorato per un periodo da Kiko come assistente alle vendite e, prima ancora, da cliente, ho sempre apprezzato le collezioni in edizione limitata (che finora sono state davvero tantissime) con cui esce periodicamente questo brand italiano.

Quando lavoravo in negozio ovviamente avevo l’occasione di vederle in anteprima con una sorta di newsletter interna ai retail che annunciava il nome della collezione, descriveva i singoli prodotti uno per uno, con un occhio di riguardo anche alle collezioni e/o sfilate a cui si ispira la limited edition. Per me era un sogno!

Nei negozi Kiko di recente è uscita la nuova Fall 2.0:

schermata per blog
credits to http://www.beautydea.it

Eccola qui in tutto il suo splendore blu ispirato alla città di Venezia e da Veneta doc non potrei esserne più contenta! Ancora una volta il packaging è stato creato con la collaborazione del designer Ross Lovegrove e il suo tocco inconfondibile si vede tutto.

La collezione questa volta è davvero vasta come potete vedere dall’immagine.

Io ho acquistato tre ombretti, un illuminante, il fondotinta, un eyeliner e una matita labbra… per ora! Per ora perchè gli ombretti sono talmente belli e particolari che non penso riuscirò a farmi sfuggire gli altri colori!

I prodotti sono talmente tanti che nella foto di cui sopra non ci stanno nemmeno tutte le tonalità!

Ma veniamo a noi:

Questo è il fondotinta!

La quantità di prodotto è di 25 ml, per farvi capire un fondotinta standard normalmente ne ha sempre 30 quindi un po’ meno di un fondo “normale”.

Il prezzo è di 19,95 euro quindi forse è un pochino alto per essere un fondotinta della Kiko ma dobbiamo tenere presente che è un’edizione limitata e che al suo interno ha anche un pennellino per l’applicazione.

Ha un PAO di 12 mesi di durata dall’apertura. Sono disponibili 8 referenze colore che vi consiglio di verificare in negozio se potete.

Quello che mi ha attirato di più di questo prodotto (oltre al packaging che secondo me è innegabilmente bello con il vetro satinato e il tappo blu) è stata la texture, sul sito la descrivono un po’ come una mousse cremosa e sono d’accordo, sembra quasi che sia stato montato.

La prima volta che l’ho provato non mi ha fatto impazzire ma le condizioni della mia pelle non erano delle migliori, sto notando che ultimamente ho quasi sempre la necessità di applicare un primer prima del fondotinta (io uso quello della Catrice anti lucidità), una volta applicato il primer e fatto vari trattamenti per rendere più liscia la pelle del viso mi sta piacendo tantissimo. Io però lo applico con la spungnetta di Morphe perchè ho provato con il pennello ma da subito non mi è piaciuto, non so se dipende dal fatto che quel fondotinta non è adatto da applicare con il pennello oppure perché è il pennello che proprio non va bene, sta di fatto che mi è sembrato molto disomogeneo la prima volta tant’è che lo stavo per abbandonare senza seconde chance ma mi hanno convinto a riprovarlo e ora mi piace davvero un sacco, sulla pelle infatti crea un effetto impeccabile, opaco ma che non tira assolutamente la pelle e non va nemmeno nelle pieghette, su di me non si lucida ma io ultimamente ho la tendenza ad avere la pelle leggermente secca non so come si potrebbe comportare su una pelle mista e/o grassa.

Non ha un profumo fastidioso per quanto mi riguarda, non è appiccicoso sulla pelle però vi consiglio di applicarlo dopo aver aspettato almeno 20 minuti da quando avete applicato la crema.

IMG_5225
Questo è il Warm Beige 30

Passiamo agli ombretti un altro prodotto che adoro:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questi sono il numero 01 Over The Taupe, lo 04 Purple Mind e lo 05 Blue Memory, come vedete dalle foto hanno tutti una texture particolarissima sembrano quasi di velluto un po’ scopiazzati da degli ombretti mac che erano usciti un po’ di tempo fa con una collezione che non sono proprio sicura sia stata un’edizione limitata perché sul loro sito li ho trovati ancora ( li trovi qui ). Però devo dire che sono proprio stranissimi è bellissimi. Stranissimi perché con le dita se li swatchate non sono per niente belli, non rilasciano pigmento e sono quasi polverosi… ma con un pennello a lingua di gatto sono super pigmentati e rilasciano un colore quasi metallizzato! Io per applicarli uso il pennello cream shader della Zoeva e hanno zero fall out. Zero.

Ogni confezione contiene 0,7 grammi di prodotto quindi meno di un grammo.

Il prezzo è di 12,95 euro e hanno un PAO di 36 mesi dall’apertura quindi durano parecchio. Li adoro e spero che Kiko consideri di introdurli nella collezione permanente, attualmente sono disponibili 6 colori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Altro prodotto che mi sta piacendo molto è l’illuminante, sono usciti con due colori, uno più dorato e uno rosa/dorato che forse è un po’ più bello di quello che ho preso.

Il packaging anche qui Royal Blue, stupendo e molto chic, è anche bellissimo da portare nella borsetta!

Questo è un illuminante cotto nel senso che il prodotto viene letteralmente cotto all’interno di forni per ottenere una texture vellutata e setosa. Effettivamente è molto bello ma forse leggermente polveroso. Non è un illuminante super intenso ma è sicuramente modulabile, a seconda dell’effetto che volete lo potete tranquillamente stratificare e può diventare davvero intenso!

Il prezzo è di 13,95 euro e al suo interno ci sono 3,5 grammi di prodotto con un PAO che dura 18 mesi dall’apertura. Disponibile in due colori quello che vedete in foto è lo 01 Gold in Progress e l’altro è lo 02 Steps to Modern.

Ci tenevo a fare una precisazione: l’illuminante Gold in Progress assomiglia molto all’ombretto Kiko della linea Water Eyeshadow nel numero 208:

IMG_5247

anche se come texture per il viso preferisco l’illuminante sono obiettivamente molto simili, quindi se volete acquistare l’illuminante magari guardate prima tra i vostri ombretti kiko e potreste trovare il 208!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Altri due prodotti mi piacciono molto ma che non ho ancora avuto modo di testare per bene sono la matita labbra col grigio/prugna e l’eyeliner color grigio metallizzato, entrambi scriventi e pigmentati.

La matita labbra fa parte di una serie di 6 tonalità abbinate alle 6 corrispondenti tonalità dei rossetti. Se ci fosse stato il corrispondente colore del rossetto l’avrei preso sicuramente perché un colore molto particolare che non si trova ancora così facilmente in Italia e che ho la sensazione che questo autunno/inverno sarà particolarmente apprezzato.

Il prezzo della matita labbra è di 5,95 euro e io ho il colore 05 Iris in my Mind.

Contiene 1 grammo di prodotto circa e ha un PAO di di 36 mesi.

Quello che vedete sotto la matita labbra invece è uno dei loro eyeliner, sempre usciti con la collezione in questione, è il numero 04 Steel Core il cui prezzo è di 8,95 euro.

Il quantitativo di prodotto è di 3 grammi con un PAO di 6 mesi.

Spero come sempre che le mie considerazioni sulla collezione vi siano state utili per un prossimo acquisto.

E voi? Avete già provato qualcosa della collezione? Pensate che valga la pena acquistare qualche prodottino? Fatemelo sapere nei commenti qui sotto! Li leggo sempre molto volentieri!

Grazie

Al prossimo post! 🙂

 

NABLA FREEDOMINATION: Swatches e tutorial

Ciao a tutti webbosi curiosi!

Oggi parliamo dell’ultima nata in casa Nabla ovvero la nuovissima collezione FREEDOMINATION uscita ufficialmente il 12 luglio.

Con questa collezione sono usciti 10 nuovi ombretti, 2 Dreamy Liquid Lipstick (uno dal finisci opaco e l’altro dal finish cromato/metallizzato), 2 blush, 1 terra, 1 illuminante, 4 nuovi Diva Crime (rossetti) con packaging in edizione super limitata, 2 Dazzle liner, la nuova Palette Liberty six e la new entry la Liberty four (con 4 alloggiamenti ombretti).

Insomma stavolta in casa Nabla si sono proprio sbizzarriti, più del solito e questa cosa mi piace molto.

Ma andiamo con ordine:

CONOSCIAMO L’AZIENDA:

Nabla Sito Ufficiale è un’azienda che fin dall’inizio si prefigge di essere aperta ad una filosofia chiara rispetto al proprio prodotto. Tutti i prodotti sono cruelty free e quasi tutti vegani, nessuno dei loro prodotti infatti contiene il carminio (tipica colorazione rossa ricavata da un piccolo insettino: la cocciniglia.) Gli unici che non sono vegani sono quelli che contengono c’era d’api ma lo potete capire dal simbolo del coniglietto in ogni scheda prodotto sul loro sito ufficiale.

A mio personale avviso Nabla non ha mai considerato i suoi fan come potenziali clienti, Nabla non segue una clientela, Nabla segue e cerca di ispirare ogni giorno ad essere ciò che si vuole essere anche uscendo da schemi canonici.

Trovate tutta la spiegazione della linea al video girato da Daniele Lorusso (in arte MrDanielMakeup) Art Director della compagnia.

MA COME SI PRESENTA LA COLLEZIONE?

Io personalmente ho acquistato tutti e 10 gli ombretti, la nuova palette personalizzabile che ha spazio per 4 ombretti refill e uno dei Dazzle Liner ma la collezione mi piace tutta e non escludo qualche altro acquisto. Vediamo com’è arrivato il pacco questa volta:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Devo dire che stavolta si sono davvero superati, non solo la presentazione della storia legata alla FREEDOMINATION (come avevano fatto per i Dreamy Matte Liquid Lipstick) scritta su un foglietto a mo’ di storia romanzata ma anche l’interno del cartoncino personalizzato con il tema realizzato per la collezione, ci mancava solo che fosse impregnata di profumo e poi sarebbe stato il top!!!

Vediamo nel dettaglio gli acquisti e gli swatches dei prodotti:

Ecco qui il mio bottino (ma quanto sono carine le nuove palette customizzabili), questa volta i prezzi dei singoli ombretti sono leggermente aumentati dall’ultima collezione ma a mio avviso per il finish ottenuto e per la qualità del prodotto, non mi è dispiaciuto. Adesso che sto scrivendo questo post, sul sito sono presenti ancora i prezzi in promozione lancio della collezione con tutti i vari Bundle ancora disponibili.

Vediamo il dettaglio:

Alchemy: Prezzo lancio €8,91 (prezzo intero €9,90)

Virgin Island: Prezzo lancio €8,91 (prezzo intero €9,90)

On the road: Prezzo lancio €5,85 (prezzo intero €6,50)

Millennium: Prezzo lancio €5,85 (prezzo intero €6,50)

Mystic: Prezzo lancio €5,85 (prezzo intero €6,50)

Freestyler: Prezzo lancio €5,85 (prezzo intero €6,50)

New Heaven: Prezzo lancio €7,11 (prezzo intero €7,90)

Lotus: Prezzo lancio €7,11 (prezzo intero €7,90)

Eresia: Prezzo lancio €7,11 (prezzo intero €7,90)

Blue Velvet: Prezzo lancio €7,11 (prezzo intero €7,90)

Dazzle liner nella colorazione Crystal: Prezzo lancio €10,71 (prezzo intero €11,90)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per fare gli swatches ho prima applicato sulla mano un po’ di Primer potion della Urban Decay, sia perchè volevo vedere come avrebbero reso i colori con il giusto supporto sia perché uso il primer abitualmente tutti i giorni in ogni caso e volevo mostrare la resa che si avvicinava di più sulla palpebra.

IMG_1603

Questi sono gli swatches dei colori opachi che mi hanno veramente sbalordita! Perché già di per loro sono una formulazione ostica da trattare e da pressare per una resa perfetta e poi anche perchè i viola sono ancora più difficili da realizzare. Colori pienissimi, stesura praticamente perfetta! Non mi è sembrato di notare eccessivo pulviscolo di colore, al tatto sono super soffici e applicati sulle palpebre si sfumano in un attimo.

Ovviamente mi sono piaciuti tantissimo anche i colori shimmer, i due più spettacolari sono sicuramente Virgin Island (che aspettavo con ansia di provare! 🙂 ) e Alchemy, che in molti (compresa la sottoscritta) sui social non hanno potuto fare a meno di notare che assomigliasse molto ad un altro ombretto refill che Nabla aveva prodotto per la precedente collezione di questo inverno ovvero Absinthe ma… giudicate voi:

img_1616.jpgimg_1617.jpg

La stessa osservazione è stata fatta anche per il colore Ludwig sempre della collezione invernale confrontandolo con il colore On the road. Sono sincera a prima vista non avendoli uno di fianco all’altro sembravano molto simili anche a me ma penso che le foto parlino chiare.

Absinthe è uno dei miei colori preferiti in assoluto con quella perlescenza violetta e cangiante appena percepibile ma chiaramente visibile sotto la luce naturale ma poi… è arrivato Alchemy e devo dire che lo ha forse un po’ scavalcato. Alchemy è ancora più vibrante e a differenza di Absinthe che ha un sottotono caldo e marroncino, Alchemy ha invece una tonalità di base sul rosino. Mi ricorda molto la coda di una sirena.

On the road è stupendo… ma Ludwig mi piace di più! non posso farci nulla! 🙂

Il Dazzle liner mi piace molto, anche se mi aspettavo che fosse più saturo di riflessi, Daniele nel suo video tutorial spiega che questa volta sono state scelte delle perle più fini. Il consiglio di Daniele è quello di fare una prima stesura di eyeliner, aspettare che si asciughi e poi ripassare per permettere al colore di essere più vibrante e di non spostare la perla alle successive passate. Io accetto il consiglio! 🙂

Infine il primo look che ho realizzato con questa collezione:

nella piega dell’occhio ho applicato Circle (sempre Nabla non in questa collezione ma nella linea permanente di Refill);

subito sotto ho steso Lotus;

nell’angolo più esterno all’attaccatura delle ciglia ho sfumato Eresia;

su tutta la palpebra mobile infine ho applicato Alchemy con il polpastrello per renderlo più intenso.

Che ve ne pare? 🙂

Bene webbosi, aspetto le vostre considerazioni su questa nuova collezione Nabla e a presto con un nuovo post!

Ciaoooo 🙂

RECENSIONE: LINEA PHYTORELAX MULTI VITAMIN A+C+E (Il ritorno)

Buongiorno, a tutte!

Sì, lo so! Sono mancata per un bel po’ ma… sono tornata e porto con me una recensione che spero possa farvi piacere. Non so se lo sapete (non credo) ma mi piace molto utilizzare sulla mia pelle cosmetici (per la cura del corpo/viso) ecc naturali. Per prepararci allla bella stagione e per disintossicarsi dagli eccessi delle feste passate e dall’inquinamento dell’inverno ecco la carica multivitaminica che ci serve!
Per naturali intendo che non contengano brutti conservanti, siliconi, parabeni, petrolati ecc e che abbiano almeno il 90% di ingredienti contenuti in INCI di derivazione naturale (per lo più olii e estratti vegetali) meglio se da coltivazioni biologiche e/o eco sostenibili (per non farsi mancare nulla! :P)

Detto ciò oggi come avrete intuito dal titolo voglio parlarvi della marca Phytorelax (trovate il sito qui) ed in particolare di tre prodotti della linea Multi vitaminica che ormai ho acquistato circa un mesetto e mezzo fa da OVS.

Chiedo già scusa in anticipo perché ho buttato lo scontrino e non mi ricordo i prezzi nel dettaglio ma posso darvi altre info utili sulla texture, stesura, effetti sulla pelle e tutte queste belle cosine.

Cominciamo dalle foto che sono sempre carine da vedere :)!

per maggiori info clicca sull’immagine!

Allora: sull’efficacia di questo siero sulle (eventuali) ruche non posso darvi grandi feedback perchè (per fortuna!) ancora non ne ho! hihi non odiatemi! Però posso dirvi che l’odore almeno per me non è stato particolarmente piacevole, lo trovo abbastanza idratante ma con una consistenza un po’ strana per essere un siero. Solitamente infatti il siero dovrebbe servire da preparazione alla crema per farla assorbire meglio invece questo ha una consistenza abbastanza ricca e quindi consiglio prima di farlo asciugare bene e poi di spalmare sopra un leggero strato di crema che poi vi mostro. Ne ho comunque apprezzato molto il packaging in quanto con questo tipo di distributore è molto più semplice mantenere inalterate le proprietà del contenuto.

Tra gli ingredienti troviamo il Tocoferolo che poi non è altro che la Vitamina E preziosissima per la pelle che tutto sommato e anche abbastanza in alta posizione nell’INCI quindi ne contiene abbastanza ed è un ingrediente che costa parecchio (l’ho molto apprezzato), poi troviamo succo di limone, succo d’arancia e succo di radice di carota quindi direi che le vitamine dichiarate ci sono tutte! 🙂

 

 

 

la consistenza del siero viso

Qui sopra trovate lo “swatch” del siero viso. Non so se si capisce ma la consistenza è abbastanza cremosa, non proprio sierosa (eheheh si così come la dico io si capisce sicuramente!).

Passiamo invece alla crema che per definizione dovrebbe essere più ricca di principi attivi e dovrebbe anche possedere una consistenza più corposa rispetto al siero.

Clicca sull’immagine per saperne di più!

Eccola qui in tutto il suo splendore! Etichetta praticamente identica a quella siero cambia solo il packaging che avrei preferito fosse con lo stesso dispenser del siero ma non fa niente. Ha un buonissimo profumo di agrumi e quando la applico con un massaggio leggero dal basso verso l’alto mi sembra anche che sia rassodante anche se non c’è scritto nella descrizione sul sito. In generale tutti i prodotti di questa linea dichiarano che dovrebbero essere illuminanti ed idratanti. In generale posso dire che trovo sia vero però non penso siano prodotti adatti a chi ha un tipo di pelle misto e/o grasso in quanto sono veramente molto idratanti e non “assorbono” la lucidità in eccesso durante la giornata. Se avete questo tipo di pelle non credo che siano particolarmente adatti a voi ma nulla vieta che se vi piace l’idea del complesso vitaminico li possiate provare.

 

lo swatch della crema

Ultima ma non ultima, la maschera per il viso. A tal proposito vorrei partire direttamente dalla descrizione che c’è sul loro sito e (vi allego anche il ink al sito sulla pagina della maschera): “La Maschera Multivitaminica è un concentrato di principi attivi vegetali e complessi multivitaminici che operano in azione combinata per eliminare le impurità cutanee della pelle e sollecitare il giusto equilibrio nel ricambio cellulare della pelle stanca, e segnata dal tempo. Riequilibra con un’azione delicata le pelli impure, libera i pori e aiuta a ritrovare il naturale splendore dell’incarnato.”

Sono d’accordo praticamente su tutto! Dovrebbe essere quindi una maschera purificante che non secca troppo la pelle ed in effetti è così, quando la rimuovo con una spugnetta per il rimuove il trucco bagnata con acqua tiepida è molto piacevole la successiva sensazione che sento sulla pelle che al tatto risulta subito più morbida, setosa e quasi più compatta, mi sembra che crei una sorta di effetto “tensore” non mi sento per niente la pelle che tira nonostante la massiccia quantità di argilla verde e bianca (probabilmente proprio perchè è stata integrata con l’argilla bianca che non secca la pelle) contiene inoltre olio di Babassu (si pronuncia Babassù), un olio molto particolare che deriva da una palma del Sud America a quanto pare è un olio molto emolliente che contrasta l’invecchiamento cutaneo, contiene poi olio di riso oltre al succo di radici di carota, succo di limone e succo d’arancia (che sono le famose tre vitamine di cui si parla sull’etichetta) e anche nella maschera troviamo il famoso (solo per me forse :D) Tocoferolo la vitamina E che oltre ad essere preziosa per la pelle consente di non inserire troppi conservanti nella maschera in quanto è un antiossidante naturale. Ultimo ingrediente che a mio avviso è molto apprezzato è l’ossido di zinco che è quello con cui si fanno le creme per i bimbi quando hanno le irritazioni da pannolino quindi inserita in una maschera dovrebbe calmare eventuali rossori dovuti a qualche brufoletto ed attenuare quelli già presenti (non aspettatevi miracoli, una maschera non vi farà mai sparire un brufolo all’istante dopo 10/15 minuti di posa! Però tutto aiuta un po’ se utilizzato con costanza!).

clicca sulla foto per saperne di più

La maschera ha una consistenza abbastanza fluida e morbida per essere una maschera all’argilla, dovuta senz’altro alla presenza di olietti e dello zinco, si stende bene, non cola e non pizzica quando ce l’avete sul viso, almeno per me dà solo una leggerissima sensazione di calore.

Che dire per tirare le conclusioni?

Mi sto trovando molto bene con tutti e tre i prodotti, penso che ne proverò altri della stessa linea, sto pensando alla crema corpo e all’acqua micellare anche per potenziare gli effetti della maschera, della crema e del siero viso. Tutti e tre i prodotti li ho comprati da OVS e sono certa di non aver speso più di 35 euro, mi sembra un prezzo ragionevole per tre prodotti con il 98% di ingredienti di origine naturale! 😛 Chiaramente non serve che vi dica (ma ve lo dico lo stesso!) che le vitamine e le creme è necessario e fondamentale soprattutto acquisirle con ciò che mangiamo e non solo cercare di spalmarle sul viso per compensare magari una mancanza d’acqua (lo so che non bevete tutta l’acqua che dovreste bere!!!) oppure per evitare di far apparire il viso spento dopo la sagra della finocchiona! La butto sul ridere per cercare di far capire che le creme veicolano per quanto poco e aiutano sicuramente – alcune più altre molto meno – a mantenere in buono stato l’equilibrio idrolipidico dello strato più superficiale del derma… traduzione: a mantenere idratata e con la giusta quota di olii e ph (leggermente acido) la nostra pelle.

 

Bene per questo articolo è tutto donne,

Besitos e alla prossima!

e Buona Pasqua 😀

NAKED ON THE RUN (SWATCHES)

É vero, è passato tantissimo tempo… mea culpa!
Però per farmi perdonare sono tornata con una novità… Gli swatches della nuovissima Naked on the Run della Urban Decay che credo ad oggi sia una delle mie marche preferite se non la mia preferita in assoluto. 
Veniamo a noi. É un’edizione limitata delle amatissime Palette Naked infatti contiene cinque ombretti di cui due opachi, un blush, una terra, un illuminante, un mascara Perversion (una bomba), una 24/7 glide-on marrone cioccolato e infine un gloss naked che si chiama Sesso (si avete letto bene!). 

Il prezzo della palette in Italia è di €49,90 e il Liplgoss ha un PAO di 9 mesi, il mascara di 6 e tutto il resto di 24 mesi. Devo dire la verità, io mi sono sempre trovata benissimo con i loro prodotti, non ho mai avuto problemi, le Naked si stanno diffondendo dappertutto anche qui in Italia e anche i punti vendita Sephora che non hanno ancora lo stand Urban Decay hanno però in negozio una sezione dedicata alle Naked (si vede che hanno capito che ci perdevano a non tenerle). 
Vediamo come si presenta all’interno la palette e poi gli swatches. 

A partire da sinistra vi dico i nomi degli ombretti: Dive, Fix, Resist, Dare e Stun.
In basso a sinistra abbiamo il bronzer, il blush e nell’angolo a destra 5050 (fifty-fifty) l’illuminante (stupendo). 

Gli swatches dei Lipgloss Sesso e a destra la 24/7 glide-on eye pencil che si chiama Stag. 
La minitaglia del Perversion è molto carina e il mascara da quello che ho potuto constatare è leggero e si può stratificare senza il rischio di grumi eppure rimane bello intenso e non è troppo liquido. 
Il valore della palette è di 174 euro e il costo effettivo è di euro 49,90 come già detto.
Io non l’ho provata così a lungo da potervi scrivere una recensione dettagliata ma la prima impressione è decisamente positiva. La qualità degli ombretti è ottima a parte forse Fix che sulla pelle non si nota molto ma che aiuta a sfumare bene gli ombretti nella piega dell’occhio. Per il resto il blush è molto scrivente e la terra ha un tono che non è troppo caldo nè troppo freddo, il gloss è coprente e a lunga durata ma tenete conto che, proprio per questo motivo, è abbastanza appiccicoso proprio perchè deve “aggrapparsi” bene alle labbra. 
La 24/7 glide-on è molto scrivente e intensa già alla prima passata anche se nella rima interna dell’occhio secondo me si nota meno. 
Detto ciò spero di esservi stata utile per un acquisto futuro, se proprio devo trovarle un neo…. non hanno messo nemmeno un pennello! E con una palette così completa è davvero un peccato. 
Ciao a tutti e al prossimo post!